Tangenti Imperia: spunta un terzo indagato. L’inchiesta destinata ad allargarsi ancora

Attualità Imperia

E’ Gaetano Speranza, fratello di Vincenzo, titolare della Edilcantieri, il terzo indagato dell’inchiesta che ha portato agli arresti di Luigino Dellerba, Sindaco di Aurigo e consigliere provinciale, e Vincenzo Speranza.

Imperia: tangenti, indagato anche Gaetano Speranza

Lo si apprende dall’avviso di proroga delle indagini preliminari, per altri sei mesi, notificato questa mattina ai legali dei due arrestati, gli avvocati Carlo Fossati, Roberto Trevia e Alessandro Moroni.

Come anticipato dal nostro giornale, oltre a un nuovo indagato, Gaetano Speranza, emerge anche un’ulteriore ipotesi di reato, quella di abuso d’ufficio (in aggiunta alla corruzione), in concorso con altri soggetti, ancora oggi senza nome e sui quali la Procura della Repubblica mantiene il massimo riserbo. L’ipotesi è che si tratti di funzionari pubblici.

Secondo gli inquirenti fu Gaetano Speranza a consegnare la prima tangente a Luigino Dellerba,  davanti alla Prefettura di Imperia, il 21 marzo scorso. In cambio il consigliere provinciale avrebbe rivelato i nomi delle ditte che avrebbero partecipato all’appalto per i lavori di messa in sicurezza dell’area a rischio idregeologico compresa trario Banco-rio Funtanetta-via Piave, ad Aurigo. Informazioni che avrebbero permesso a Vincenzo Speranza di accordarsi con le ditte invitate per presentare l’offerta migliore, di fatto turbando la gara.

Gaetano Speranza, così come il fratello Vincenzo, è difeso dagli avvocati Roberto Trevia e Alessandro Moroni.