Imperia: i bambini dell’IC Littardi in festa per l’ultimo giorno di scuola. “Anno ricco di iniziative” /Foto

Attualità Cultura e manifestazioni Imperia

Grande festa di fine anno al Istituto Comprensivo Littardi di Imperia rivolta ai bambini delle scuole dell’infanzia dei plessi di Piazza Roma, Via Ulivi e Piani con la partecipazione di Fortunello e Marbella del team FEM Spettacoli.

Una mattinata diversa quella vissuta dagli alunni più piccoli del nostro Istituto Comprensivo che hanno concluso l’ultimo giorno di scuola ammirando le magie e le acrobazie di Fortunello e ridendo tantissimo per le battute di Marbella.

Spiega il DSGA Roberto Trincheri: “Abbiamo voluto trasformare per un giorno il nostro comprensivo in un piccolo Teatro, come Istituto Littardi ringraziamo FEM spettacoli che hanno voluto, nonostante i tantissimi impegni, festeggiare con i nostri alunni più piccoli. E’ stata una chiusura di anno un po’ diversa dal solito, un anno scolastico ricco di iniziative rivolte agli alunni di ogni ordine e grado.

In questo anno scolastico i nostri alunni hanno avuto la possibilità di conoscere da vicino il mondo del volontariato, di confrontarsi e fare domande a soccorritori del mondo sanitario, polizia locale , unità cinofila dei vigili del fuoco, capitaneria di porto, carabinieri.

Come scuola puntiamo molto all’educazione civica e crediamo sia fondamentale che gli alunni capiscano l’importanza del lavoro che questi uomini e donne svolgono ogni giorno per la nostra società. Lo spettacolo teatrale di oggi è stato il Gran Finale, fortemente voluto dal nostro Dirigente Scolastico Angelo Quaglia (oggi non presente perché impegnato negli esami alle Superiori), un premio per i nostri fantastici alunni, uno spettacolo offerto dalla scuola, per concludere con il sorriso l’anno scolastico.

Angelo Quaglia al primo anno come Dirigente Scolastico presso la nostra scuola, ha portato tantissimo entusiasmo, in prima persona ha ascoltato le tante idee e proposte delle nostre maestre, poi portate avanti da un gruppo di lavoro fantastico, trasformandoli in successi. Ora non ci resta che augurare ai nostri piccoli alunni buone e meritate vacanze.”