“Le Iene” a Imperia per Luca e Arelis: una storia d’amore diventata un incubo

Attualità Imperia

Una storia a dir poco sconcertante quella raccontata da “Le Iene” nella puntata andata in onda questa sera su Italia 1. I protagonisti sono un imperiese, Luca, e una donna cubana, Arelis, che, dopo essersi conosciuti e innamorati su internet hanno iniziato una relazione complicata fatta di confini oltrepassati illegalmente, sparizioni improvvise, possibile uso di droga e accuse reciproche.

Da sogno d’amore a incubo: a “Le Iene” la storia di un imperiese e una cubana

A raccontare la vicenda è Luigi Pelazza, inviato de Le Iene. “I due si sono conosciuti su Internet spiega – chattando lui da Imperia e lei da Cuba. Quando si sono visti per la prima volta a Belgrado sembravano fatti l’una per l’altro, ma serviva almeno un anno per avere i documenti necessari per potersi sposare e vivere in Italia”.

Lì comincia il lungo viaggio, documentato dalle telecamere del programma, per riuscire a far entrare Arelis in Italia aggirando le frontiere tra Serbia e Croazia, tra Croazia e Slovenia e infine tra Slovenia e Italia. Un piano che si rivela vincente.

“Finalmente Luca dopo tante peripezie e tanti sacrifici economici esaudisce il suo sogno, vivere con la sua Arelis”.

Un sogno, però, che dura poco, perchè dopo alcune settimane Arelis sembra essere scomparsa nel nulla, bloccando Luca da ogni contatto social. Così Pelazza si reca a Imperia per capire cosa sia successo.

“Lavoravo per pagare tutte le cose e preparare i documenti – gli racconta Luca – C’erano giorni che partivo al mattino ritornavo alla sera tardi, dormivo un’ora o due e ripartivo per tornare a lavorare. Mi sono rivolto a un avvocato per fare richiesta per l’asilo politico. Volevo farle una sorpresa per portarla in Questura e poi in Comune a Imperia per avere i suoi fogli e sposarla. Ho lasciato anche tanti pagamenti indietro, non ho più soldi”.

Dopo aver scoperto che si trova in provincia di Roma, Luca e Le Iene provano a rintracciarla per farle firmare i documenti per dichiarare che Luca non si assume più la responsabilità per la richiesta dell’asilo politico in Questura.

Iniziano così a emergere altri dettagli che complicano la vicenda. Arelis ha spiegato che una sua zia sta presentando i documenti per il suo asilo politico in Questura a Roma e una sua cugina sta facendo lo stesso a Nizza. La confusione è tanta e per il momento le strade di tutti si separano.

Dopo alcune settimane, però, le telecamere de Le Iene tornano a Imperia per capire come stanno andando le cose.

“Questa commedia afferma Pelazza – sta diventando una tragedia“. La casa è piena di spazzatura, Luca è dimagrito di 16 di chili e ha le occhiaie. In più sul tavolo i giornalisti notano degli oggetti che si usano per farsi di crack e Luca afferma che è tutta roba di Arelis.

“È tornata – racconta Luca – mi ha detto che era pentita e mi ha chiesto dei soldi. Ho scoperto che ha iniziato ad andare con altri per soldi”.Ma non ci sono prove di quanto dice.

A quel punto Le Iene riescono a rintracciare e incontrare Arelis, anche lei dimagrita drasticamente, e la sua versione è completamente diversa. “Sono scappata perchè Luca è pazzo, non è la persona che avevo conosciuto per telefono. Non mi faceva parlare con i miei figli. Diceva che sono una puttana – racconta la donna – diceva che voleva andare a uccidere i miei figli se non tornavo da lui. Mi ha tenuto chiusa in casa come un cane”. Per quanto riguarda il crack la versione di Arelis è che avrebbe iniziato a fumare proprio con Luca. “Questa è l’altra faccia della medaglia, la verità di Arelis”.

Al termine del confronto sembra che si arrivi un accordo per vedersi il lunedì successivo per firmare i documenti in Questura a Imperia e interrompere ogni rapporto, ma Arelis non si è presentata.

Una storia dunque che non è ancora conclusa e che lascia molti dubbi e perplessità.