Imperia: compra la patente su internet e finisce a processo per falso, 63enne assolto in Tribunale. “Il fatto non sussiste”

Attualità Imperia

Assolto perchè il fatto non sussiste. Questa la sentenza pronunciata dalla giudice Francesca Minieri in Tribunale a Imperia, nell’ambito del processo che vedeva sul banco degli imputati un 63enne peruviano, residente a Imperia, difeso dall’avvocato Sandro Lombardi, accusato di falso.

Imperia: assolto 63enne accusato di falso

Il 63enne era finito a processo perchè, secondo l’accusa, il 16 maggio 2016, nell’ambito di un controllo della Guardia di Finanza di Imperia, avrebbe fornito una patente di guida internazionale risultata essere falsa in quanto priva degli elementi di sicurezza anticontraffazione.

Lo stesso imputato ha raccontato di aver comprato la patente su internet. Secondo la linea difensiva, però, dato che il 63enne, di nazionalità straniera, si trovava in Italia da più di un anno al momento del controllo, il documento mostrato non doveva più ritenersi valido. Di conseguenza, non può essere considerato falso un documento non valido.

Per questo sia l’avvocato Lombardi sia il Pubblico Ministero Monica Vercesi hanno chiesto l’assoluzione. Una richiesta accolta dalla giudice Francesca Minieri.