25 Giugno 2024 05:17

Cerca
Close this search box.

25 Giugno 2024 05:17

Imperia: nuova viabilità via Agnesi e riqualificazione Borgo Prino, da Regione Liguria 7,6 milioni di euro di finanziamenti. “Interventi importanti, pronti in tempi celeri” /Foto e Video

In breve: Il piano dei finanziamenti è stato presentato oggi a Imperia dal presidente della Regione Liguria Giovanni Toti, insieme all’assessore all’Urbanistica Marco Scajola, all’assessore alle Infrastrutture Giacomo Giampedrone e al sindaco della città.

Ammontano a 7,6 milioni di euro le risorse del Fondo Strategico Regionale stanziate per interventi finanziati infrastrutturali e di rigenerazione urbana.

In particolare, 6,1 milioni sono destinati alla costruzione di un bypass stradale per evitare il transito dei mezzi nel centro cittadino, mentre un milione e 520mila euro serviranno per la riqualificazione del Lungomare Cristoforo Colombo in Borgo Prino.

Imperia: riqualificazione Borgo Prino e viabilità. Ecco i due progetti finanziati da regione Liguria

Il piano dei finanziamenti è stato presentato oggi a Imperia dal presidente della Regione Liguria Giovanni Toti, insieme all’assessore all’Urbanistica Marco Scajola, all’assessore alle Infrastrutture Giacomo Giampedrone e al sindaco della città.

Bypass stradale via Agnesi

L’intervento prevede la realizzazione di percorso stradale alternativo per by-passare il centro storico di Imperia-Oneglia e creare così un’opportunità di trasformazione urbana della città con un investimento di 6,1 milioni di euro, che salgono a 6,5 milioni sommando il contributo del Comune.

L’area oggetto di intervento di modifica della viabilità riguarda il tracciato dell’attuale via Giacomo Agnesi con relative aree adiacenti, le cui dimensioni ridotte e ricche di servizi di tutti i tipi (servizi primari e secondari, sportivi, scuole, Rsa, ecc.) determinano gravose condizioni del traffico veicolare, congestionato inoltre dall’intenso traffico pedonale.

Nella pianificazione complessiva del progetto, suddiviso in due lotti funzionali per un ammontare di 4,2 milioni per il primo lotto e 1,9 milioni per il secondo lotto, le opere previste determineranno un percorso carrabile agevole a doppio senso di marcia a partire dalla rotonda delle Carceri fino all’innesto tra via Diano Calderina-via Serrati, anche attraverso la realizzazione di un nuovo tratto viario.

Tale tracciato sarà integrato alla pista ciclabile in corso di esecuzione. L’area di intervento si estende da nord-ovest a sud-est “circondando” per intero il centro storico di Oneglia, oggi diviso in due dal tracciato di via Bonfante e via Amendola.

Lo studio verifica la possibilità di creare un collegamento carrabile diretto tra la zona nord-occidentale di Oneglia e quella orientale by-passando il centro storico: la creazione della nuova viabilità si prefigge di liberare aree strategiche per nuove idee di vita associata e rappresenta in tal senso una grande opportunità di miglioramento della vivibilità interna alla città. La conclusione dei lavori è prevista nel 2025.

Lungomare Colombo

L’intervento ha un valore complessivo di circa 1,6 milioni e prevede la riqualificazione del lungomare Cristoforo Colombo a Borgo Prino, con l’ampliamento della passeggiata e la creazione di un percorso ciclo-pedonale.

Gli interventi di rigenerazione urbana riguardano il miglioramento della viabilità e mobilità ciclistica di un tratto della strada ad una corsia a senso unico verso levante, con inserimento di un marciapiede e di una nuova pista ciclabile. In corrispondenza dei nuovi attraversamenti pedonali, verranno inseriti raccordi e rampe che fungeranno da collegamento fra la spiaggia e il lungomare.

L’intervista al sindaco di Imperia Claudio Scajola

“Sono soldi spesi bene, il problema è sempre lo stesso. Progetti che siano qualità/prezzo. Sono investimenti che hanno una cifra notevole, ma sicuramente con una utilità molto maggiore al costo.

Uno riesce a fare una variante nel centro di Oneglia, per cui è significativo per la viabilità. Il secondo in una zona turistica importante, riuscire a far passare anche la ciclabile, pedonalizzando in maniera decorosa una delle passeggiate più belle della città”.

Giovanni Toti, presidente di regione Liguria

“Due interventi molto importanti, che sfiorano gli 8 milioni di euro. Ancora più importanti per quanto riguarda la riqualificazione di una città capoluogo dell’importanza di questa.

La prima riguarda una passeggiata a mare, quindi anche la fruibilità di un pezzo anche turisticamente pregiato di questo territorio, l’altra riguarda la viabilità. In qualche modo anche questo incide sulla qualità della vita dei cittadini.

L’amministrazione comunale di Imperia ha dimostrato sul campo di saper utilizzare in breve tempo e con progetti qualificanti i soldi dei contribuenti, che Regione Liguria in qualche modo distribuisce ai comuni.

Credo si un pezzo importante della riqualificazione del futuro di questa città, in una provincia dove, per la prima volta in molti anni, stiamo investendo cifre considerevoli. Come il PNRR sugli acquedotti, il nuovo acquedotto del Roja e tutti gli investimenti fatti sulla depurazione delle acque, utili anche in una emergenza idrica per l’agricoltura.

La pista ciclabile che sarà la più lunga di Italia, che attraverserà la Liguria da Ventimiglia a Sarzana e che in questo territorio è una realtà ben presente. Si aggiungeranno nuovi lotti entro l’estate.

Credo sia un segnale di attenzione verso questa provincia, che è strategica, importante e attrattiva per gli investimenti. Dobbiamo continuare ad investire in fretta”.

L’assessore regionale Marco Scajola

“Il fondo strategico mostra ancora una volta la sua utilità, sono fondi regionali che vengono messi a disposizione dei comuni.

Uno è la riqualificazione della passeggiata di Borgo Primo, un lavoro atteso da almeno trenta anni. Finalmente grazie al supporto di regione Liguria, lo si potrà realizzare in soli due anni.

Anche tempi celeri per interventi di riqualificazione, che si va ad aggiungere ad altri interventi importanti; pensate Piazza Roma, Largo Ghiglia, Piazza Dante , che grazie al fondo strategico hanno avuto nuova vita e sono adesso vivibili per i cittadini.

Una grande soddisfazione essere qui in Comune a presentare questi progetti, che saranno fondamentali per il cambio di volto della città che sta crescendo e si sta espandendo, ma ha bisogno di importanti iniziative come quella che abbiamo presentato oggi”.

L’assessore regionale Giacomo Giampedrone

“Certezze nei tempi e anche certezze nella realizzazione degli interventi. Per quanto riguarda la parte strutturale di via Agnesi, questo intervento partirà entro il 2024 e vedrà il suo termine nel 2025.

Questi interventi devono avere nei confronti dei cittadini tempi celeri. Troppo spesso abbiamo avuto tempi in cui la corrisponda dei fondi non era altrettanto corrispondenza nell’avvio e nell’esecuzione dei lavori”.


Condividi questo articolo: