23 Luglio 2024 03:28

Cerca
Close this search box.

23 Luglio 2024 03:28

Imperia: Sinistra Italiana attacca il sindaco Scajola per l’annunciato tour nel cantiere del Teatro Cavour. “Operazione mascherina e festival dell’inefficienza”

In breve: Sinistra Italiana contesta il fallimento della gestione delle strutture culturali e l'impiego di risorse pubbliche per fini di propaganda

Duro attacco di Sinistra Italiana Imperia al sindaco Claudio Scajola, dopo l’annuncio del primo cittadino di voler creare un percorso per mostrare ai cittadini il cantiere del Teatro Cavour e illustrare come sarà in futuro.

Sinistra Italiana contesta il fallimento della gestione delle strutture culturali e l’impiego di risorse pubbliche per fini di propaganda

Scrive in una nota Sinistra Italiana: “Nell’elenco delle iniziative di propaganda che Scajola sta mettendo in campo utilizzando come fosse un suo point elettorale la sede istituzionale del Comune, dove presenta in sontuose conferenze stampa le ricostruzioni grafiche di fantasiose future opere da realizzare, o usando risorse pubbliche, come nel caso della stampa in migliaia di copie del bilancio sociale di fine mandato, si è aggiunta quella del tour nel cantiere del Cavour.

L’abuso della tecnologia da realtà virtuale applicata per annunciare future opere pubbliche ha finito per far risultare troppo evidente lo scarto tra tale rappresentazione e la vera condizione delle opere realizzate in città ed ha spinto Scajola ad inventarsi l’operazione “mascherina” nel teatro Cavour.

Invece di spiegare come sia riuscito nel suo mandato a non completare i lavori di ristrutturazione del teatro, lavori peraltro già avviati e finanziati dalla precedente giunta comunale, il sindaco ha deciso di trasformare la scena del delitto della cultura cittadina in un assurdo percorso guidato del cantiere dove, con il consueto ausilio di tecniche da illusionisti, Scajola si potrà vantare della futura magnificenza di un teatro che ha però tenuto chiuso per cinque anni.

Immaginiamo che sarà Scajola in persona, o forse un suo ologramma, a guidare in veste di “mascherina da cantiere” i cittadini imperiesi lungo un percorso degno del festival dell’inefficienza o da teatro dell’assurdo.

Per i malcapitati che volessero invece visitare il Museo navale o il MACI a villa Faravelli, gli unici spazi museali non virtuali attualmente agibili in città, ci tocca far presente che, grazie all’incapacità dell’amministrazione Scajola, sono aperti per sette ore la settimana e in orari assurdi.

Non potendo sperare che Scajola, colto da una improvvisa sindrome da ritorno alla realtà, getti la mascherina e ammetta di aver miseramente fallito nella gestione delle strutture culturali cittadine, invitiamo gli imperiesi a non diventare, alle prossime elezioni amministrative, comparse involontarie della fiction “Io sò Claudio e voi nun siete un …”.

Condividi questo articolo: