18 Maggio 2024 17:53

Cerca
Close this search box.

18 Maggio 2024 17:53

Diano Marina: proteste dei residenti di via D’Annunzio e via Foscolo per la raccolta differenziata. “I turisti non rispettano gli orari di conferimento”/Foto

In breve: Immondizia abbandonata per strada, alla mercè di uccelli e cinghiali

Lamentele da parte di alcuni cittadini di Diano Marina, che si sono rivolti al nostro giornale per segnalare disservizi nella raccolta differenziata nella zona di via D’annunzio, via Foscolo e parte di via Ponte Romano.

Immondizia abbandonata per strada, alla mercè di uccelli e cinghiali

Una lettrice residente in zona ha anche raccolto numerose firme in calce a una petizione, consegnata al Comune, per chiedere un incontro e un intervento al fine di risolvere la situazione di degrado.

Spiegano i cittadini: “La nostra area cittadina è stata destinata alla raccolta ‘porta a porta’ ma ci è stato detto che molti di noi devono depositare i rifiuti, nei giorni prestabiliti, in una “area ecologica” che null’altro è che un piccolo spiazzo vicino al fiume. Ci hanno consegnato un rotolo di sacchetti per l’indifferenziato, un rotolo per plastica e metalli, un bidoncino per la carta ed un bidoncino per l’umido. A giorni prestabiliti dobbiamo abbandonare i rifiuti per terra.

Purtroppo non siamo tutti cittadini coscienziosi e, comunque, non siamo tutti residenti. Ne consegue che i turisti, dovendo rientrare alle loro case da residenti (Piemonte, Lombardia, Germania, ecc) non sanno che farsene dell’immondizia differenziata al momento del rientro e l’abbandonano nell’area ecologica nel momento sbagliato rispetto a quanto stabilito da Comune ed Egea (società incaricata della raccolta rifiuti – ndr). 

Risultato è che ci sono sacchetti di ogni genere e bidoncini apribili abbandonati per terra alla mercè di topi, gatti, uccelli,  e cinghiali, già avvistati in zona diverse volte.

Le tessere che ci hanno consegnato non possano essere usate in qualunque cassonetto e quindi molti turisti, che partono la domenica pomeriggio per il rientro, lasciano i rifiuti ovunque gli capita, che sia il giorno giusto o meno, che sia un’area ecologica o un piccolo bidoncino per la spazzatura”.

Il Comune di Diano Marina ha risposto con una lettera alla lettrice che ha consegnato la petizione, spiegando che “l’appalto per la raccolta dei rifiuti è stato progettato per i 12 Comuni che costituivano l’ex bacino Dianese e Andorese ed è valido fino all’8 dicembre 2024, salvo proroghe” e che “la zona indicata nella petizione è servita da sistema di raccolta porta a porta per le singole unità abitative e con cassonetti di prossimità per i condomini“, sottolineando anche che “attualmente non è possibile modificare il sistema di raccolta per la zona interessata”.

La lettera del Comune è stata inviata per conoscenza anche alla Società Egea Ambiente, con l’invito a effettuare correttamente il servizio al fine di eliminare gli inconvenienti lamentati”.  Secondo i cittadini, però, la situazione non è cambiata.

Condividi questo articolo: