22 Maggio 2024 04:11

Cerca
Close this search box.

22 Maggio 2024 04:11

Scandalo quadri: Vittorio Sgarbi si è dimesso da Sottosegretario del Governo Meloni. E’ indagato anche a Imperia

In breve: E' stato lo stesso Sgarbi a comunicarlo a margine dell'evento "La Ripartenza" organizzato da Nicola Porro a Milano.

Vittorio Sgarbi si è dimesso da Sottosegretario alla Cultura del Governo Meloni. E’ stato lo stesso Sgarbi a comunicarlo a margine dell’evento “La Ripartenza” organizzato da Nicola Porro a Milano. Si tratta dell’ultimo atto delle inchieste, condotte dalla Procure di Imperia e Macerata, che vedono indagato il noto politico e critico d’arte per esportazione illecita di beni culturali e riciclaggio di beni culturali.

Si è dimesso Vittorio Sgarbi: a Imperia è indagato per esportazione illecita di beni culturali

Nel dettaglio, Sgarbi, che ha sempre negato ogni addebito, risulta indagato dalla Procura di Imperia per esportazione illecita di beni culturali in quanto avrebbe portato all’estero, a Montecarlo, l’opera “Concerto del Bevitore” del maestro caravaggesco Valentin de Boulogne (valore 5 milioni di euro) con l’obiettivo di piazzarla sul mercato internazionale.

A Macerata, invece, Sgarbi risulta indagato per riciclaggio di beni culturali in quanto trovato in possesso di un quadro, “La Cattura di San Pietro” di Rutilio Manetti, risultato rubato nel 2013 dal Castello di Buriasco. Il quadro del criticod’arte si differenzierebbe per la presenza di una fiaccola, secondo l’accusa aggiunta in un secondo momento per non rendere riconoscibile il dipinto. 

Di entrambe le vicende, in particolare del quadro “La Cattura di San Pietro”, si è occupata, oltre al giornale “Il Fatto Quotidiano”, anche la trasmissione tv Report. Nell’ultimo puntata hanno fatto il giro d’Italia gli insulti rivolti da Sgarbi, che ha chiesto un risarcimento danni da 5 milioni di euro, al giornalista di Report Manuele Bonaccorsi.

 

Condividi questo articolo: