IMPERIA. PETANQUE, ULTIMO ATTO DEL CIRCUITO PALLINO D’OROIN CAMPO ANCHE I RAGAZZI DEL PROGETTO FIB-ISAH

Home Sport

image

Con il 2° Memorial Aldo Bonsignorio, gara di petanque a terne (aperta a tutti), in programma domani, sabato 11 ottobre presso il bocciodromo comunale di Imperia (zona San Lazzaro), si conclude il Circuito Pallino d’oro Ktk Uomoro 2014, le cui precedenti tappe sono andate in scena a Imperia (Memorial Tommasino Arbustini e Memorial Antonio Molinari), Pontedassio (Trofeo Comune di Pontedassio), Testico (Oliva d’oro) e San Bartolomeo al mare (Memorial Ardoino). Si completa così un percorso, iniziato a fine giugno, che sinora ha registrato quasi 500 presenze-gara.

Attesi anche in questa occasione oltre cento giocatori, con una formula che si annuncia assai appassionante. La composizione delle formazioni presenta infatti diversi vincoli: due uomini (categoria AC, BB o inferiori) e una donna oppure tre uomini di categoria C (i categoria D ed i non tesserati sono equiparati ai C). Il via alle 14.30.
Sono annunciati anche alcuni tra i portacolori azzurri ai prossimi Mondiali (Diego Rizzi, Alessandro Basso, Alessio Cocciolo e Fabio Dutto). Annunciate anche numerose donne. Le iscrizioni si chiuderanno alle ore 14.15, dopo di che sarà effettuato il sorteggio del tabellone.
In palio un ricco montepremi e gli ultimi punti per la classifica generale del tour. In vetta alla graduatoria al momento ci sono Andrea Peretto e Rosa Greco.

In serata, prima delle finali, è fissato il sorteggio della lotteria Pallino d’oro, con ben 25 premi in palio, compresi un moderno smartphone e due terne di bocce.

Nel corso del pomeriggio, alle ore 17 circa, l’attenzione si sposterà sui protagonisti del Progetto Petanque Fib-Isah. Con il titolo di “Giochiamo anche noi”, protagonisti di un incontro-esibizione saranno alcuni ragazzi (maschi e femmine) del Centro di Riabilitazione Isah, azienda pubblica di servizi alla persona, centro accreditato con il sistema nazionale, che sta sviluppando un’articolata serie di iniziative in campo riabilitativo- sportivo. La pratica del gioco delle bocce è solo una parte di un progetto riabilitativo-sportivo ad ampio raggio coordinato dalla terapista Erika Fossati con la supervisione della responsabile della riabilitazione, Valeria Canetti, percorso che comprende diverse e discipline: nuoto, tennis, calcio a 5, calcio balilla, tennis da tavolo ed equitazione, ciascuna delle quali è realizzata da personale specializzato Isah (terapisti riabilitazione, educatori professionali).
Le finalità riabilitative di tale progetto prendono corpo dall’apprendimento delle regole e dalla pratica dei diversi sport per perseguire gli obiettivi principali (integrazione-benessere) cardini del progetto individualizzato di ciascun utente che afferisce al suddetto centro.

Per quanto riguarda le bocce, grazie alla collaborazione della Federazione Italiana Bocce (comitato provinciale di Imperia) e del Circolo San Giacomo (tramite il suo socio Rocco Nalbone), nel corso della stagione 2014-2015 due gruppi di utenti del Centro Isah, guidati dall’educatore professionale Luca Scevola , avranno la possibilità di praticare questa disciplina con cadenza settimanale. Molto positiva è stata l’esperienza dello scorso anno, culminata con una partita disputata a fine giugno durante la gara internazionale “Pallino d’oro”.

Tra i promotori dell’evento di domani anche del Circolo San Giacomo, Davide La Monica, con l’intero direttivo, ed i vertici della Federbocce provinciale, a cominciare dal presidente Pietro Ravoncoli e dal vice Riccardo Carrai.

image

image