IMPERIA. PROCESSIONE SAN LEONARDO. LA PROTESTA DELLA BANDA FILARMONICA. “IL COMUNE NON CI PAGA E NON CI FA ESIBIRE NEANCHE GRATIS, SUONEREMO SENZA DIVISA”/LE IMMAGINI

Home Imperia

 

collage filarmonica

IMPERIA – In occasione della Processione per la Festa Patronale di San Leonardo i musicisti della Banda Filarmonica Città di Imperia hanno deciso all’unanimità di prestare servizio a titolo gratuito, personale e senza indossare la consueta uniforme.

“Con questo gesto – scrivono i musicisti – intendiamo sensibilizzare la cittadinanza sulle condizioni in cui si trova da tempo il nostro complesso musicale: una situazione economica difficile e gravosa che non consente la realizzazione degli obiettivi statutari e la garanzia di una futura sopravvivenza, soprattutto a causa della scarsa sensibilità mostrata dalle amministrazioni succedutesi negli ultimi anni.

Dal 2012 non percepiamo alcun contributo da parte dell’Amministrazione Comunale e nel corso dell’ultima stagione estiva non ci è stata concessa neanche la possibilità di esibirci – a costo zero- in concerto, vanificando così il lavoro svolto durante le prove per la preparazione del nuovo repertorio. 

Di recente è anche stata messa in discussione la possibilità di continuare a usufruire del locale di Via Massabò, sede sociale della Filarmonica dal 1893: il Comune di Imperia – anziché elargire un utile contributo col quale finanziare le attività musicali del complesso bandistico che porta il nome della città – richiede il pagamento di un canone annuo al quale, proprio per la penuria di risorse, non possiamo assolutamente far fronte. 

Siamo in attesa che venga stipulata una vera e propria convenzione con la quale, una volta per tutte, possano essere regolati i rapporti tra il Comune di Imperia e la Filarmonica, in modo vantaggioso per entrambi. 

A chi gioverebbe la scomparsa della Filarmonica di Imperia? Si può forse immaginare una processione religiosa o una cerimonia civile senza i clarinetti, gli ottoni e le percussioni della banda musicale che sfila marciando in mezzo alla folla? È forse questo che vuole il Comune di Imperia? Sarà sufficiente chiamare la banda di un’altra città e cancellare duecento anni di tradizione locale? Eppure, quelle poche volte che recentemente abbiamo avuto occasione di esibirci, l’abbiamo fatto davanti a un pubblico entusiasta.

Giunti anche quest’anno alla festa patronale e malgrado le enormi difficoltà che la Filarmonica sta affrontando, i componenti dell’associazione musicale hanno così deciso di partecipare alla solennità di San Leonardo a titolo personale per non privare la processione del tradizionale accompagnamento musicale. 

Sottolineando il proprio disagio non indossando l’uniforme, i componenti della Filarmonica desiderano che i tutti i gli amministratori e la cittadinanza intera possano rendersi conto che, con la prevedibile scomparsa della ormai bicentenaria banda musicale cittadina, così come già accaduto per tante altre associazioni, andrà irrimediabilmente perduta una delle realtà musicali più significative nel novero delle tradizioni locali”. 

I musicisti della Banda Filarmonica Città di Imperia

[wzslider autoplay=”true” interval=”5000″ transition=”‘slide’” lightbox=”true”]