ESCLUSIVA IMPERIAPOST. DIANO MARINA. INCHIESTA SULLA G.M. SPA. LE INTERCETTAZIONI TELEFONICHE. ECCO COME LA POLITICA SI SPARTIVA GLI INCARICHI/I DETTAGLI

Attualità Home
A sinistra: Rodolfo Leone. In alto a destra: Angelo Basso, sotto Corrado Mauceri e Francesco Zunino
A sinistra: Rodolfo Leone. In alto a destra: Angelo Basso, sotto Corrado Mauceri e Francesco Zunino

Diano Marina – Nuove e imbarazzanti conversazioni emergono dai corposi fascicoli redatti dagli investigatori che per anni hanno messo sotto la lente di ingrandimento e ascoltato le telefonate dell’ex vice sindaco di Imperia Rodolfo Leone. L’ex assessore al bilancio del comune di Imperia negli anni dell’amministrazione Basso a Diano Marina, secondo quanto emerge della intercettazioni telefoniche, ricopriva un ruolo decisionale all’interno della G.M.S.p.A.(società del Comune di Diano Marina che gestisce il porto e alcuni stabilimenti balneari oltre ai parcheggi a pagamento) di cui è stato consulente finanziario per alcuni anni.  

“12.000 euro per una settimana di lavoro”. È quanto Rodolfo Leone (uomo di fiducia dell’ex Ministro Claudio Scajola) e l’avvocato genovese Corrado Mauceri avevano pattuito per un “incarico” professionale al fine di scorporare la G.M. S.p.A. in due “tronconi”: uno relativo alla gestione del porto e l’altro per le restanti strutture e servizi. Leone, consulente finanziario della G.M. S.p.A. sino a qualche mese fa, nel 2010, si mise d’accordo con l’ex amministratore delegato della società Roberto Elena per affidare l’incarico all’avvocato Corrado Mauceri, per un importo di 12.000 euro, per la prima tranche, di cui la metà sarebbe dovuta tornare a Leone.

Francesco Zunino (proprietario di Imperia TV), all’epoca presidente della società, non avrebbe dovuto sapere nulla sino alla convocazione del consiglio di amministrazione. Per il pagamento dell’incarico che sarà conferito a Mauceri e a Leone, in accordo con l’ex sindaco Angelo Basso si decide che i soldi verranno prelevati dalla G.M. S.p.A.

Nell’ambito dello svolgimento dell’incarico professionale, l’avvocato Mauceri chiede a Leone un parere in merito a quanto quantificare, per difendersi da ogni possibile attacco parlando di un lavoro per una settimana per circa 12 mila euro. Nella telefonata, Mauceri spiega a Leone, che non è un lavoro da poco e si butta giù così, bisogna ricostruire tutto perché se va in mano a qualcuno deve dimostrare di aver dato conto di tutto. Nella stessa chiamata Leone dice a Mauceri che di solito quando lavora con i colleghi avvocati divide sempre per due perché sennò diventa tutto più complicato e quindi di fare un disciplinare unico e dove affidano (la parte politica, ndr) le cose congiuntamente. I due poi si accordano per fare un unico incarico in due fasi. 

Nel corso della giornata saranno pubblicate altre intercettazioni…