Home, Imperia — 23 maggio 2015 alle 19:01

IMPERIA. BOCCONI AVVELENATI IN VIA DIANO CALDERINA, DOPO IGOR, VITTIME ALTRI DUE CANI. L’ALLARME DELL’ENPA: “ZONA NON PIÙ SICURA”/I DETTAGLI

Secondo quanto appreso i due cani potrebbero essere rimasti intossicati da
bocconi avvelenati posizionati proprio in un’area per i cani di via Diano Calderina

di Redazione

11337137_569114969894522_761183103_n

Solo una settimana fa Alessandra Pesce raccontava a ImperiaPost il dramma delle morte del suo boxer Igor, ucciso da un boccone avvelenato lanciato nel giardino di casa, in via Diano Calderina. A distanza di pochi giorni l’Enpa (Ente Nazionale Protezione animali) lancia un vero e proprio allarme in quanto altri due cani, i cui padroni vivono proprio in via Diano Calderina, presentano segni di avvelenamento e sono tutt’ora in fase osservazione.

“In Via Diano Calderina, a Imperia, dopo la morte di un boxer pochi giorni fa avvelenato da un boccone – fa sapere l’Enpa – oggi altri due cani presentano chiari segni di avvelenamento da topicida. I cani sono in terapia e ci auguriamo che la tempestività dei padroni li salvi. Ma l’intera zona non è più sicura. Via Diano Calderina vanta anche un bel parco per i 4 zampe (dove probabilmente queste due cagnoline hanno mangiato qualcosa che le ha intossicate). Raccomandiamo a tutte le persone che hanno cani in zona, di stare molto attenti e di non lasciarli liberi all’interno del parco fino ad accertamenti. Invitiamo anche la gente del posto a far presente all’amministrazione comunale tale problema“.