Home, Imperia — 9 settembre 2016 alle 09:18

BENEDUSI RACCONTA I PESCATORI DI IMPERIA CON UNA MOSTRA FOTOGRAFICA IN BANCHINA: “HO VOLUTO OMAGGIARE QUESTI EROI DEL MARE”/FOTO E VIDEO

La vita e le storie dei pescatori di Imperia in una mostra fotografica all’aria aperta, sul muro della
banchina del porto di Oneglia, nell’area pesca. E’ l’iniziativa promossa dal fotografo Settimio Benedusi

di Redazione

pesca

La vita e le storie dei pescatori di Imperia in una mostra fotografica all’aria aperta, sul muro della banchina del porto di Oneglia, nell’area pesca. E’ l’iniziativa promossa dal fotografo Settimio Benedusi, che ha voluto raccontare “questi eroi del mare”, come lui stesso ama definirli, attraverso le immagini, trascorrendo anche un’intera nottata sul peschereccio “Ovidio II”. Un’installazione davvero suggestiva che non solo omaggia i pescatori, ma anche la tradizione imperiese.

Questa notte Benedusi, accompagnato tra gli altri dal presidente di Assonautica Lucio Carli (con la moglie Barbara) e da Daniele Cimino, ha affisso sul muro tutte le fotografie, formato manifesto, allestendo così una parete che trasuda di storia e tradizione, a disposizione di tutti, residenti e turisti.

“Una serata punk a Imperia, Oneglia. Grazie a un pò di amici stiamo pacificamente occupando il muro dell’area pesca sul porto di Oneglia con i ritratti fatti ai pescatori di Imperia, insieme alle foto fatte durante la nottata di pesca fatta a bordo dell’Ovidio II con il comandante Rocco - ha raccontato Benedusi a ImperiaPost – Ho voluto omaggiare questi eroi del mare. In queste giornate in cui ci sono a Imperia le regine del mare, le barche a vela più belle del mondo, era doveroso rendere omaggio a chi vive il mare tutti i giorni, con il bello e il brutto tempo, d’inverno e d’estate, dando un contributo alla cultura di Imperia. Perché escono tutti i giorni in mare, portano il pesce locale, il pesce fresco e non quello che arriva dal Vietnam surgelato. I miei complici? Un fritto misto ligure. Abbiamo il sire, vero Sindaco di Imperia, Daniele Cimino, il presidente di Assonautica Lucio Carli, accompagnato dalla moglie Barbara. Questo è bellissimo, perché invece di essere sul palco delle Vele d’Epoca, a fare il fighetto sulla banchina, è qui a sporcarsi le mani di colla e onestamente è belissimo”.

“Ai pescatori ho chiesto di raccontarmi con il viso la sofferenza che vivono tutti i giorni in mare. Volevo che questi ritratti fossero simbolici della loro sofferenza”. 

BENEDUSI A BORDO DEL PESCHERECCIO OVIDIO II

 

 
 
 
19369570_10211516931732860_399011905_n