Golfo Dianese, Home — 19 giugno 2018 alle 19:32

DIANO MARINA: IL CONSIGLIO COMUNALE APPROVA IL BILANCIO CONSUNTIVO 2017. “UN AVANZO DI OLTRE 9 MILIONI, MA RIVIERACQUA…”/I DETTAGLI

Nella giornata di ieri, lunedì 18 giugno, il consiglio comunale di Diano Marina ha approvato con i voti della maggioranza il bilancio consuntivo del 2017.

di Redazione

Schermata 2018-06-19 alle 18.54.26

Nella giornata di ieri, lunedì 18 giugno, il consiglio comunale di Diano Marina ha approvato con i voti della maggioranza il bilancio consuntivo del 2017. Sono quasi 10 i milioni di risultato di amministrazione e oltre 7 i milioni di fondo cassa.

Sono stati anche accantonati fondi per far fronte alla questione Rivieracqua, società che si occupa dei servizi di acquedotto e fognatura per Diano Marina, e che deve alle casse comunali 2 milioni di euro.

Giacomo Chiappori, sindaco di Diano Marina

“Come sempre ci confermiamo bravi ad amministrare e quindi il bilancio è come si deve. Abbiamo una cassa importante e abbiamo accantonato una cifra notevole per il problema di Rivieracqua. È un bilancio fatto in maniera ponderata, è una nostra grande prerogativa.

 Abbiamo aspettato di avere alcuni dati riferiti a Rivieracqua, una questione che ancora deve essere risolta”.

Luigi Basso, Assessore al Bilancio

“Abbiamo approvato un consuntivo che ha dei risultati molto lusinghieri, nonostante la minoranza abbia votato contro. Abbiamo chiuso con un risultato di amministrazione 9 milioni 848 mila euro e un fondo cassa di quasi 8 milioni di euro. Abbiamo rispettato il pareggio di bilancio con un margine di 100 mila euro, rispettando gli obblighi di legge. La velocità di pagamento ai fornitori, come dice il revisore, è vicina allo zero, quindi significa che paghiamo ancora prima della scadenza, indice di solidità economica.

In 8 anni, dal 2010, siamo passati da un debito pubblico per ogni cittadino di più di 2000 euro a 900 euro, quindi è più che dimezzato.

L’aspetto critico riguarda i rapporti con le partecipate. Come sapevamo, abbiamo una segnalazione da parte del revisore riguardante la situazione che deve essere definita con Rivieracqua. Il Comune vanta 2 milioni di euro di crediti nei confronti di Rivieracqua, questa situazione non può andare avanti.

Già l’anno scorso abbiamo dato mandato al nostro agente di riscossione di procedere alla riscossione coattiva. La colpa è che i Comuni che dovevano entrare non sono entrati. Siamo noi che continuiamo a tenere in piedi Rivieracqua. I debiti devono essere pagati.

Nonostante il credito, abbiamo accantonato a bilancio poco meno di 1 milione e mezzo di euro che ci permettono di avere sicurezza”.

 

 
 
 
ITALIE_PC_1980X1080-imperiapost_new