IMPERIA. LO STADIO “CICCIONE” IN GESTIONE. IL COMUNE OPTA PER LA “PRIVATIZZAZIONE” PERCHE’ …/ECCO COME VERRA’ SCELTO IL GESTORE

Home Imperia

ciccione comune

Il Comune di Imperia ha deciso di affidare in gestione lo stadio “Nino Ciccione”, da sempre in uso all’Imperia Calcio, storica compagine calcistica della città, fondata nel lontano 1923. Una decisione che ha sollevato un vero e proprio polverone, con il presidente dell’Imperia pronto a non partecipare al bando di gara e a rassegnare le dimissioni. I cosi di gestione dell’intero stadio, infatti, appaiono troppo onerosi per le società sportive locali, così come ha sottolineato nei giorni scorsi anche il capogruppo di Imperia Bene Comune in consiglio comunale Gianfranco Grosso.

“Verificheremo le condizioni di gestione, poi valuteremo se potremo o meno partecipare al bando” aveva tuonato il presidente Gramondo. Ed eccoli, allora, i criteri fissati dal Comune di Imperia nell’ambito dell’iter di affidamento in gestione dello stadio “Ciccione”.

– Rispondenza dell’attività svolta al tipo di impianto sportivo ed alle attività sportive in esso praticabili
– Attività svolta a favore dei giovani, dei disabili e degli anziani
Esperienza nella gestione di impianti sportivi
Livello di attività svolta
– Anzianità di svolgimento dell’attività in ambito sportivo
Numero di tesserati per le attività sportive che possono svolgersi nell’impianto

Per quale motivo il Comune di Imperia ha deciso di optare per l’affidamento in gestione dello Stadio?

– Sussistano ragioni di opportunità sociale che legittimano la concessione a terzi della struttura sportiva, in quanto ritenuta la forma più idonea a soddisfare in via immediata l’interesse generale connesso al fenomeno sportivo ed alla concreta rilevanza dell’esercizio di pratiche atletiche da parte dei singoli e delle associazioni
– Esistenza di ragioni tecniche ed economiche che consentono al Comune di Imperia di beneficiare di un risparmio derivante innanzitutto dalle utenze e dalla retribuzione del personale, ad oggi, impiegato presso la struttura sportiva che sarà così possibile destinare ad altro servizio, anche alla luce del blocco del turn-over e delle assunzioni a tempo indeterminato
– Per assicurare il corretto funzionamento e la manutenzione dell’impianto si renderebbe necessario provvedere alla sostituzione di parte delle attrezzature, ormai obsolete, in dotazione alla stadio comunale
– Allo stato attuale, la struttura sportiva è priva di rilevanza economica in quanto, comparando i dati in possesso dello scrivente Settore, si evidenzia un notevole disavanzo tra entrate ed uscite
– La collocazione logistica dell’impianto non è in grado di soddisfare le esigenze dell’utenza anche in considerazione della difficoltà di fruire di spazi di sosta