UN MICROFONO, DUE AMICI E UN UNICO AMORE, IMPERIA. NASCE RADIO (G)ROCK. RICCARDO E SARA:”INSIEME VI RACCONTEREMO…”/IL PROGETTO

Home Imperia

radiogrock_collage

Un nuovo modo per conoscere da vicino le personalità imperiesi più interessanti e curiose, spesso poco valorizzate. Dopo le iniziative turistiche “fai da te”, come “Discovering Imperia in Bicicletta”, messe in atto per promuovere la nostra città, il consigliere comunale Riccardo Ghigliazza torna con una nuova ideainsieme a Sara Pellegrini, mettendo al centro le persone che dimostrano di essere intraprendenti e attive nel nostro territorio. L’iniziativa consiste nella creazione di una radio podcast, chiamata Radio (G)Rock, in onore di uno dei più grandi personaggi della nostra città, nella quale gli ospiti verranno intervistati, in modo spontaneo e rilassato, in diversi locali della città.

Radio (G)Rock nasce da una chiacchierata in un bar di Calata Cuneo dopo qualche drink in più – raccontano sulla loro pagina Facebook – e la cosa incredibile è che il giorno dopo è risultata comunque una buona idea. Siamo Riccardo Ghigliazza e Sara Pellegrini e abbiamo deciso di creare una Radio Podcast per raccontarvi attraverso delle piacevoli chiacchierate i personaggi più interessanti, attivi e curiosi della nostra riviera. Queste interviste le faremo nei locali più frequentati della zona davanti a un caffè, a uno spritz o a un mojito. Il nostro scopo è quello di divertire chi sceglierà di ascoltarci e far conoscere personalità che spesso rimangono nell’ombra. Enjoy”.

ImperiaPost ha contattato i due ideatori, per conoscere più nel dettaglio com’è nata l’idea di questa iniziativa.

Si tratta di un radio in podcast, non di una radio vera e propria, senza un rigido appuntamento fisso – racconta Riccardo – ma cercheremo di organizzarlo circa una volta a settimana, conciliando i nostri impegni e quelli degli intervistati. L’idea ce l’ho in testa da parecchio tempo, perchè sono estremamente interessato a raccontare storie del nostro territorio e delle persone che lo abitano e fanno tanto per renderlo migliore. Quando ho incontrato Sara, una sera, sebbene non ci conoscessimo bene, l’idea ha iniziato a prendere forma e abbiamo deciso di metterla in pratica. Abbiamo comprato un microfono, scaricato il programma per registrare e abbiamo pensato al nome. Volevamo che fosse strettamente connotato a Imperia, senza però usare il nome della città, e chi meglio di Grock può rappresentarla? Inoltre, il suo nome contiene la parola “rock”, ed è perfetta visto che stiamo parlando di una sorta di radio.

Abbiamo già realizzato la prima intervista – continua – ma non riveliamo ancora chi è il protagonista, che condivideremo sulla nostra pagina Facebook prestissimo. Continueremo a cercare personalità di spicco da far conoscere, e gireremo i locali di Imperia, cogliendo l’occasione per dare visibilità a più punti della città. L’iniziativa è senza alcun fine di lucro, nasce dalla mia passione per le storie interessanti e per dimostrare che ad Imperia, anche se si parla sempre di immobilismo e “mugugno”, qualcuno che ha idee e ha voglia di metterle in pratica esiste ancora”.

È capitato un po’ per caso, ci siamo conosciuti una sera – aggiunge Sara Pellegrinoed essendoci laureati entrambi al Dams sono venuti fuori discorsi di interesse comune e abbiamo iniziato a incontrarci per parlare meglio delle nostre idee. Da lì è nato il progetto di creare qualcosa che desse risalto alle persone più interessanti e curiose della nostra città. Ho lavorato per alcuni giornali online in passato e amo intervistare le persone e raccontare storie. Mi piace soprattutto il fatto che si tratti di una cosa molto amichevole e leggera, davanti a un caffè o a un drink, per far emergere la personalità di chi si ha di fronte”. 

A cura di Gaia Ammirati