IMPERIA. ADDIO AL NUOTO AGONISTICO ALLA PISCINA CASCIONE. RARI NANTES REPLICA A FORZA ITALIA:”SCELTA PRETTAMENTE TECNICA, RIGUARDERÀ UN NUMERO RISTRETTO DI ATLETI”

Home Imperia

collage_rnlogo_fi

“Rari Nantes Imperia57 non condivide quanto comunicato dal Gruppo Consiliare di Forza Italia di Imperia, ritenendo inaccettabile l’intervento di una associazione politica riguardo ad una scelta prettamente tecnica e sportiva della società” – C0sì la società Rari Nantes Imperia57, con una nota stampa.

“Rari Nantes Imperia57 è affiliata alla Federazione Italiana Nuoto e, soltanto ad essa, risponde in merito a determinate disposizioni.

La decisione presa dal Consiglio Direttivo giallorosso riguarderà un numero ristretto di atleti – su 181 agonisti iscritti al Nuoto ed alla Pallanuoto (escluse le Prime Squadre) e 400 iscritti ai corsi di Scuola Nuoto Federale – che potranno continuare a disporre dello spazio acqueo. I valori sportivi della società sono immutati dalla fondazione della Rari Nantes Imperia. E si sono consolidati nel 1994, quando venne inaugurata la piscina comunale Felice Cascione fortemente voluta dall’ allora Amministrazione Comunale del Sindaco On. Claudio Scajola, dell’Assessore al Bilancio Dott. Rodolfo Leone e dal Presidente della Società Silvio Todiere.

Dottor Leone e Todiere che, ad oggi, ricoprono rispettivamente i ruoli di Presidente e Direttore Sportivo della Rari Nantes Imperia, con totale dedizione e passione verso lo sport, la piscina comunale e il mondo giallorosso”.