Golfo Dianese, Home — 9 aprile 2018 alle 17:45

DIANO MARINA. LA GIUNTA CHIAPPORI APPROVA PROGETTI PER UN MILIONE DI EURO. ASFALTI, ALLOGGI, UN ATTRAVERSAMENTO SULL’EX FERROVIA E…/ ECCO QUALI

Progetti ambiziosi, alcuni cofinanziati dalla Regione, che potrebbero nel giro di qualche mese partire se la Regione concedesse lo svincolo dei fondi necessari dal patto di stabilità.

di Redazione

collage_WGcqaerd

Diano Marina. Lavori pubblici per circa un milione di euro. È questo l’obiettivo, Regione permettendo, dell’amministrazione Chiappori per il bilancio 2018. Nel dettaglio la giunta ha approvato un piano di lavori articolato che spazia dal rifacimento del manto stradale in via Cesare Battisti alla riqualificazione dell’auditorium dell’ex chiesetta di Villa Scarsella in via Cavour, ala riqualificazione delle 4 mansarde di palazzo Maglione da inserire nelle proprietà comunali a canone calmierato, al recupero di Palazzo Muzio per finire con la riqualificazione di Piazza Martiri della Libertà e dell’ultima parte di via Cavour.

Progetti ambiziosi, alcuni cofinanziati dalla Regione, che potrebbero nel giro di qualche mese partire se la Regione concedesse lo svincolo dei fondi necessari dal patto di stabilità. Inoltre, nei piani del comune c’è anche la realizzazione di un attraversamento sull’ex sedime ferroviario che collegherà via Santa Caterina con via Lucus Bormani. 

“Abbiamo approvato i progetti esecutivi disponibili – ha dichiarato a ImperiaPost l’assessore ai lavori pubblici Cristiano Za Garibaldi - per accedere alle finestre di svincolo di patto di stabilità concesse dalla Regione. Chiediamo di poter utilizzare un tot di fondi che sono nelle nostre casse per realizzare delle opere che miglioreranno la vita dei dianesi. Se la Regione non dovesse consentirci tale opportunità andremo avanti con le nostre forze e con i fondi già messi a bilancio per i lavori pubblici. Complessivamente si tratta di lavori per circa un milione di euro. I lavori di riasfaltatura di via Cesare Battisti contiamo di finirli entro fine di questo anno, gli altri, se non prima li spalmeremo entro i prossimi tre”.