IMPERIA: RAPINA A MANO ARMATA IN TABACCHERIA, 31ENNE MAROCCHINO SI COSTITUISCE IN PROCURA ASSISTITO DAL SUO LEGALE/I DETTAGLI

Cronaca Home

Il rapinatore, sposato e regolare in Italia, è trattenuto in Questura per il primo interrogatorio e le operazioni identificazione.

Img_ArrestoRapinaArt

Si è costituto in Procura, al terzo piano del tribunale di Imperia, il 31enne marocchino, residente a Imperia da tempo, responsabile della rapina perpetrata, lo scorso sabato,  ai danni del tabaccaio di via delle Rimembranze a Porto Maurizio.

La squadra mobile lo stava braccando anche grazie alle  preziosissime immagini delle telecamere di videosorveglianza della rivendita oltre a quelle presenti lungo la strada che ha percorso per fuggire dopo la collutazione con la vittima, Valerio Ramini, 35 anni imperiese che proprio questa mattina ha raccontato quei drammatici momenti al nostro cronista. 

Il rapinatore, sposato e regolare in Italia, è difeso dall’avvocato Mario Leone ed è stato interrogato questo pomeriggio dal Pubblico Ministero Lorenzo Fornace. L’uomo è stato così denunciato a piede libero per rapina aggravata e lesioni.

 

Segui Imperiapost anche su: