Cultura e manifestazioni, Home — 28 settembre 2018 alle 10:33

PANATHLON CLUB IMPERIA – SANREMO FESTEGGIA 60 ANNI, DOMENICA 30 SETTEMBRE LA CONFERENZA “I DOVERI DEI GENITORI NELLO SPORT“/IL PROGRAMMA

Intenso week end per completare i festeggiamenti per il 60° anniversario di attività del Panathlon Club Imperia-Sanremo

di Redazione

panathlon club imperia sanremo conferenza cena di gala

Intenso week end per completare i festeggiamenti per il 60° anniversario di attività del Panathlon Club Imperia-Sanremo. Dopo la presentazione del libro 60 anni di Panathlon e di sport in provincia di Imperia”, nel week end, sabato 29 e domenica 30 settembre, sono infatti in programma altri due appuntamenti, sempre all’insegna del motto “ludis iungit”, lo sport unisce.

Prima occasione di incontro è la cena di gala (ad invito) che si terrà nella serata di sabato al Grand Hotel del Mare di Bordighera, alla presenza di autorità e di personalità importanti del mondo dello sport. Tra gli ospiti il presidente del Panathlon International Pierre Zappelli, il governatore dell’Area IV Liguria del Panathlon Germano Tabaroni, il vice governatore (e past president del Panathlon Club Imperia-Sanremo) Piero Fogliarini. Testimonial della serata saranno il pluricampione mondiale di motociclismo Loris Capirossi ed il pluricampione olimpico di sci di fondo Giorgio Di Centa.

Le celebrazioni proseguiranno domenica 30 settembre dalle 9.45 al Palafiori di Sanremo, dove è in programma il congresso dal titolo “I doveri dei genitori nello sport”. Relatore sarà il professor Ario Federici, illustre docente dell’Università di Pesaro-Urbino, già protagonista di diversi convegni su questo tema. Un tema molto sentito ed attuale nel mondo dello sport, per il quale proprio il Panathlon International pochi anni fa (21 maggio 2014), sotto la guida del giornalista Giacomo Santini, ha istituito la Carta dei Doveri del Genitore nello Sport, che ha affiancato le già note Carta dei Diritti del Ragazzo nello Sport e la Carta del Fair Play, tutte alla base dello spirito panathletico.

All’appuntamento di domenica saranno presenti personaggi illustri dello sport mondiale e nazionale, tra cui nuovamente l’olimpionico Giorgio Di Centa e, probabilmente, anche Loris Capirossi. L’appuntamento si pone come ambizioso obiettivo quello di fornire importanti spunti di riflessione per i genitori figure essenziali anche nella pratica dello sport da parte dei loro figli e nello sviluppo di quei valori fondanti che ne plasmeranno la vita.

SI va così completando un 2018 nel quale il Panathlon Club Imperia-Sanremo, sotto l’egida del presidente Angelo Masin, ha organizzato una serie di appuntamenti aventi sempre come tema centrale lo sport.

Nei primi mesi dell’anno sono stati ricevuti ed omaggiati atleti che hanno dato e daranno lustro all’Italia tra cui in primis Marta Bassino che ai XXIII Giochi Olimpici Invernali di Pyeongchang 2018 si è classificata 5^ nello slalom gigante e 10^ nella combinata. I motociclisti Maurizio Gerini e Fausto Vignola (deceduto purtroppo qualche settimana dopo durante un allenamento) reduci dalla “Dakar” disputatasi in Sud America che, con moto di serie, hanno ottenuto ottimi piazzamenti; la campionessa di golf Carlotta Ricolfi che gioca e studia in America con la speranza di diventare una professionista della disciplina, e molti altri ancora.

Nel mese di ottobre saranno poi effettuate le premiazioni del concorso dal titolo “SPORT=VITA” che il Panathlon Club Imperia-Sanremo in collaborazione col Ministero della Pubblica Istruzione Direzione Generale per la Liguria Ufficio Scolastico Provinciale di Imperia (MIUR), ha istituito in favore degli alunni delle Scuole Superiori e delle Terze Medie della provincia di Imperia.

Il premio consiste nello svolgimento del tema “Un’esperienza indimenticabile nel mondo dello Sport”. Da molti Istituti Scolastici della provincia sono pervenuti 81 elaborati che una apposita commissione ha esaminato, formulando poi il giudizio finale.

I festeggiamenti si concluderanno prima di fine 2018 con una Santa Messa in memoria di tutti i panathleti non più tra noi.