Home, Imperia — 5 ottobre 2018 alle 11:56

IMPERIA: APPALTO RIFIUTI. COMUNE-TEKNOSERVICE, STOP AI CONTENZIOSI. FIRMATO ACCORDO TRANSATTIVO/ECCO LE CIFRE

Stop ai contenziosi tra Comune di Imperia e Teknoservice sulle penali applicate per il mancato conseguimento della percentuale minima di raccolta differenziata nell’ambito dell’appalto rifiuti.

di Redazione

Schermata 2018-10-05 alle 11.50.05

Stop ai contenziosi tra Comune di Imperia e Teknoservice sulle penali applicate per il mancato conseguimento della percentuale minima di raccolta differenziata nell’ambito dell’appalto rifiuti. L’amministrazione Scajola e la società di Piossasco hanno firmato un accordo transattivo che chiude di fatto ogni controversia.

Appalto rifiuti: Stop Stop ai contenziosi tra Comune di Imperia e Teknoservice, firmato accordo transattivo

L’accordo transattivo firmato tra l’amministrazione Scajola e la Teknoservice prevede il pagamento, da parte del Comune, nelle casse della società piemontese, di una cifra pari a 1 milione e 200 mila euro, da versare in due rate.

L’intesa è arrivata a seguito di una serie di incontri tra il Sindaco e i vertici della Teknoservice, al termine dei quali la società Piemontese, l’11 agosto scorso, ha proposto i termini economici “per addivenire ad un accordo manifestando formalmente il proprio specifico impegno a risolvere le controversie in esame tramite stipulazione di apposito atto transattivo con il Comune di Imperia”. Proposta che il Comune ha deciso di accettare.

Le controversie, lo ricordiamo, vertevano sull’applicazione delle penali, da parte del Comune, a carico di Teknoservice, per il mancato raggiungimento della percentuale minima di raccolta differenziata (da un minino di 45% a un massimo di 65%).

La società piemontese si è sempre opposta in ogni sede, contestando l’applicazione delle penali, “rilevando in particolare che gli obiettivi di raccolta differenziata fissati dal Comune non fossero oggettivamente raggiungibili con il metodo di raccolta dei rifiuti indicato nel capitolato, ritenendo invece che, sulla base di un esame comparato dei risultati raggiunti da altri comuni in condizioni analoghe, tale metodo trovasse un limite nel 40%”.

Tesi, quelle della Teknoservice, accolte sia dal Tribunale di Genova che dal Tar Liguria. 

“A saldo e stralcio di tutte indistintamente le pretese vantate da Teknoservice S.r.l. nei suoi confronti - si legge nella bozza di accordo – il Comune di Imperia si impegna a versare in favore della Società, che dichiara di accettare, la somma comprensiva di ogni eventuale onere, contributo o spesa, di € 1.200.000,00, oltre IVA ove dovuta”.

“Il Comune - si legge ancora - si impegna a versare la somma in due rate di pari importo, che verranno accreditate rispettivamente entro il 31.12.2018 ed entro il 30.09.2019″.

A seguito della firma dell’accordo – si conclude la bozza - permane il rapporto fiduciario con la Società Teknoservice”.