Imperia: Colussi gela gli ex lavoratori Agnesi. “Nessun impegno a ricollocarli. Non è il nostro mestiere, ora ci pensa Di Maio” /Il video

Attualità Imperia

Incalzato dal cronista di ImperiaPost in merito a eventuali garanzie di reimpiego degli ex dipendenti del pastificio chiuso nel dicembre del 2016, il patron del gruppo Colussi è rimasto in silenzio.

Ex dipendenti Agnesi? “Nessun impegno a ricollocarli, non è il nostro mestiere”. Parole che pesano come macigni quelle dell’imprenditore Angelo Colussi, oggi a Imperia per incontrare il sindaco Claudio Scajola. Incalzato dal cronista di ImperiaPost in merito a eventuali garanzie di reimpiego degli ex dipendenti del pastificio Agnesi, chiuso nel dicembre del 2016, il patron del gruppo Colussi è rimasto in silenzio.

Angelo Colussi torna a Imperia: l’imprenditore glissa sul futuro degli ex lavoratori del pastificio Agnesi.

Ecco il botta e risposta tra Colussi, il sindaco Scajola e il cronista di ImperiaPost.

Colussi cosa ci facciamo qua? 

Angelo Colussi: “Non lo so, siamo per valorizzare, per fare cose belle e utili, non certo come ci hanno accusato per fare speculazioni, non ne abbiamo mai fatte. Abbiamo pagato per vent’anni stipendi”. 

ImperiaPost: Vuole dire qualcosa sugli ex dipendenti dell’Agnesi?

Angelo Colussi: “Guardi dov’è stato possibile è stato recuperato. Teniamo presente che a livello nazionale il 60% delle persone in disoccupazione ritrovano occupazione in tempo limitato, bisogna anche trovarla però”.

ImperiaPost: Qualche rassicurazione per il futuro sul riutilizzo dello stabilimento, qualche garanzia?

Angelo Colussi: Non dipende da me, se ci sarà qualche possibilità, tutto quello che si potrà fare…”

ImperiaPost: Ci sono degli accordi sindacali però.

Angelo Colussi: “Gli accordi sindacali sono stati rispettati per quanto mi riguarda”

ImperiaPost: Ci sono molti lavoratori a casa però.

Angelo Colussi: “Sì ma noi non avevamo alcun impegno a rioccuparli, non è il nostro mestiere. Adesso ci pensa Di Maio a fare quel lavoro lì”.

ImperiaPost: Nell’accordo sindacale però c’è l’impegno.

In soccorso di Colussi interviene il Sindaco di Imperia Claudio Scajola. 

“Un conto è fare delle domande, un conto è esprimere le proprie opinioni – ha detto riferendosi al cronista di ImperiaPost il primo cittadino.

ImperiaPost: Non è un’opinione, nell’accordo sindacale c’è scritto chiaramente quali sono gli impegni.

Claudio Scajola: Le domande si fanno, se uno vuole risponde. L’obiettivo della visita di oggi, che è una visita di cortesia, tra persone che si conoscono da tempo è quello di confrontarsi sulla possibilità di valorizzare queste aree di proprietà del Cav. del lavoro Angelo Colussi con l’obiettivo  di creare occupazione, questo è il tema”.

ImperiaPost: “C’è gente che è a casa da due anni…”.

Colussi non risponderà più.

N.B.

Così si legge nell’accordo siglato da Confindustria, sindacati e Gruppo Colussi.

“Colussi Spa conferma i propri progetti legati al territorio ligure, specie per quanto attiene la ‘Pasta fresca Artigianale’ e la ‘Produzione di Specialità Liguri’ […], in collaborazione con Confindustria Imperia si adopererà per ricercare occasioni di reimpiego del personale presso aziende operanti nel territorio e, comunque, nei limiti chilometri (50 km) previsti dall’art.8 legge 223/91″.

Segui Imperiapost anche su: