Imperia: “Mamma e figlio disabile lasciati a terra dal bus”. La rabbia della Giraffa a Rotelle: “Episodio grave e vergognoso”/Il caso

Attualità Imperia

Solo pochi mesi fa, Maurizio, non vedente, aveva denunciato di essere stato lasciato a piedi dall’autobus due volte nel giro di pochi giorno.

Mamma e figlio disabile in carrozzina lasciati a terra alla fermata del bus. È successo ieri pomeriggio, domenica 24 marzo, in corso Garibaldi.

A renderlo noto è “La Giraffa a Rotelle”, associazione imperiese che da tempo si batte per i diritti delle persone con disabilità, tramite un post su Facebook.

Mamma e figlio disabile lasciati a terra alla fermata del bus: la rabbia della Giraffa a Rotelle

Non è la prima volta che si verifica un caso simile. Solo pochi mesi fa, Maurizio, non vedente, aveva denunciato di essere stato lasciato a piedi dall’autobus due volte nel giro di pochi giorni.

Questa volta, ad essere protagonisti, loro malgrado, sono stati madre e figlio, quest’ultimo sulla carrozzina.

“Finalmente ad Imperia riusciamo ad avere due linee degli autobus dell’ RT accessibili – scrive “La Giraffa a Rotelle”  è una grande cosa poter liberamente prendere un mezzo pubblico. Sono provvisti di pedana manuale quindi sempre funzionante. La linea Sanremo Andora con 8 bus nuovi e la linea che da Piazza Dante va al Palasalute, con i piccoli autobus elettrici. Sono tutti dotati di pedane manuali, quindi sempre funzionanti!

Certo non è stato facile arrivare a questo, ci sono volute ben 2 Giunte Comunali e tante discussioni.
Le pedane sono sempre funzionanti ma purtroppo gli esseri umani no, spesso hanno il cervello fuori uso!

In corso Garibaldi, domenica 24 nel pomeriggio verso le 18.30, un autobus si è fermato normalmente, ha aperto le piccole porte davanti per far salire le persone ed è ripartito. Peccato che l’autista si sia dimenticato di aprire le porte centrali per far salire una mamma con suo figlio in sedia a rotelle, nonostante la signora bussasse ripetutamente alla porta centrale, quella con la pedana, l’autista ha chiuso frettolosamente la porta anteriore lasciando la signora e suo figlio a terra.

Possiamo fare tutte le battaglie che vogliamo e vincerle ma contro la cattiveria, il menefreghismo e l’ignoranza la lotta per il rispetto dei proprio diritti è molto molto più dura.

Ci chiediamo con che cuore ha lasciato una signora non più tanto giovane a spingere suo figlio per tutta quella strada? Non è la prima volta che ad Imperia accadono fatti del genere, anche alcune persone non vedenti, con il bastone bianco ben in vista, sono state lasciate a terra.

Abbiamo contattato subito il Dirigente dell’Rt che ci ha riposto che dopo essere risalito alla persona in questione, attiverà un procedimento disciplinare.

Ci auguriamo tanto che sia veramente così, quello che ieri è successo ai nostri amici è grave e vergognoso, ognuno di noi( se si trovasse davanti ad un fatto come questo) dovrebbe denunciare l’accaduto per non rimanere “complice” di tanta bassezza”.

“Stiamo verificando l’episodio – afferma il direttore RT Sandro Corrado, contattato da ImperiaPost – una volta individuato l’autista attueremo i provvedimenti disciplinari del caso”.

Segui Imperiapost anche su: