Desktop o notebook: cosa scegliere?

Attualità

Smartphone e tablet consentono di svolgere un gran numero di operazioni, si tratta infatti di dispositivi sempre più evoluti e performanti, tuttavia per fare alcune cose resta necessario un computer. Non ci riferiamo solo all’utenza professionale, che per forza di cosa non può prescindere da un computer, ma parliamo anche dell’utente base che non ha specifiche necessità lavorative. Pensiamo ad esempio all’organizzazione delle spese, l’utilizzo di alcuni programmi come quelli del pacchetto Office, video foto-editing, solo per fare qualche esempio. Ma non tutti i computer sono uguali, ci sono i pc desktop e i notebook, scegliere può apparire complicato ma ora andiamo a vedere alcune discriminanti per decidere in maniera consapevole. 

Costa meno un notebook o un pc desktop?

Le due macchine sono molto diverse, non solo per quanto riguarda le dimensioni. Un pc desktop richiede una postazione dedicata, avremo ovviamente bisogno di una scrivania per ospitare i vari elementi. Fate attenzione però perché un fisso di fascia media costa solitamente meno di un notebook dalle prestazioni analoghe. Il risparmio però non riguarda solo il prezzo d’acquisto, immaginiamo infatti che la vostra intenzione sia quella di compiere un investimento con un occhio al futuro, comprare un dispositivo per doverlo cambiare a stretto giro di posta non è mai un grande affare.

Il pc fisso consente di cambiare singolarmente la componentistica interna, una possibilità che consente di allungarne la vita in maniera praticamente illimitata, andando a sostituire gli elementi che con il tempo diventeranno obsoleti o andando a integrare alcune specifiche che in un primo momento non erano necessarie. Il notebook offre pochissimi spazi di manovra da questo punto di vista, ovviamente però tale configurazione rigida facilita la vita agli utenti meno evoluti.

Assemblare un pc fisso

Una notevole possibilità di risparmio è offerta dall’assemblaggio di una macchina a seconda delle proprie esigenze, serve però che l’utente abbia un minimo di competenza per effettuare la scelta. Una risorsa importante sono le recensioni on-line relative ai vari pezzi, il valore di tali componenti però non garantisce in automatico la compatibilità tra di essi, dunque è necessario sapere bene cosa si fa o affidarsi a qualcuno che abbia le necessarie competenze. 

Pc desktop all-in-one

Molti potrebbero storcere il naso di fronte al look della maggior parte delle postazioni fisse, in effetti tutti quei fili non sono bellissimi da vedere. L’estetica ha il suo peso, soprattutto quando parliamo di un oggetto che andrà ad impattare in maniera significativa sull’aspetto di una stanza. I pc portatili ovviamente si presentano in maniera più elegante, mouse e tastiera sono integrati nel corpo della macchina e i modelli più recenti presentano alimentatori di dimensioni meno generose rispetto a quelli del passato. 

Esistono però i Pc All-In-One, computer fissi che non presentano cavi, tutto è integrato all’interno della scocca che contiene il monitor. Una soluzione sicuramente elegante, perfetta per l’utenza professionale, pensiamo ad esempio a uno studio grafico. Tali dispositivi vantano una buona potenza, ma presentano alcuni dei limiti dei notebook, non consentendo un facile aggiornamento delle componenti interne.

L’occhio vuole la sua parte, ma sempre attenzione alla praticità, soprattutto in vista nei mesi più caldi. Cosa è meglio usare durante le vacanze al mare? Un computer portatile consente indubbiamente maggior flessibilità, consentendo di lavorare comodamente ovunque, se avete bisogno di un computer che sia sempre con voi dovete valutare questo aspetto, ma ricordatevi che sabbia e caldo sono nemici di queste macchine. Altro elemento da non trascurare: per qualche giorno, possiamo anche staccarci dallo schermo. Almeno in vacanza.