Imperia: 30enne tenta di rubare zaino in spiaggia, giudice non convalida arresto/L’udienza

Cronaca Giudiziaria Imperia

Protagonista un 30enne di origine algerina, arrestato e processato per direttissima oggi in Tribunale a Imperia.

Tenta di rubare uno zaino in spiaggia con all’interno un portafogli e un cellulare del valore di 450 euro, ma viene fermato dal pronto intervento del proprietario. È successo ieri, domenica 8 settembre, sul lungomare di Arma di Taggia. Protagonista un 30enne di origine algerina, arrestato dalla Polizia e processato per direttissima oggi in Tribunale a Imperia.

Imperia: tenta di rubare borsello in spiaggia, giudice non convalida arresto

Il 30enne è comparso oggi davanti al giudice monocratico Francesca Minieri. L’arresto non è stato convalidato, come invece richiesto dal Pm Francesca Buganè Pedretti, in quanto il giudice non ha ravvisato la flagranza di reato. 

Per il nordafricano, con precedenti in materia di spaccio di stupefacenti e difeso dall’avvocato Davide La Monica del foro di Imperia, è stato disposto l’obbligo di firma due volte a settimana in attesa del processo che prenderà il via il prossimo 5 dicembre. 

Secondo la ricostruzione, l’algerino avrebbe visto lo zaino, incustodito, appeso alla staccionata della spiaggia e avrebbe tentato di prenderlo, fermato poi dall’intervento del proprietario e successivamente arrestato dalla Polizia. 

Segui Imperiapost anche su: