Judo: l’imperiese Fabrizio Cavalera in partenza ai campionati del mondo a Marrakech. “Venderò cara la pelle”

Sport

L’atleta imperiese Cavalera Fabrizio, poliziotto in servizio presso la Questura di Imperia, per la prima volta parteciperà a questo tipo di evento

L’atleta imperiese Fabrizio Cavalera in partenza per i campionati del mondo di judo master a Marrakech, in programma dal 9 al 13 ottobre 2019.

A pochi giorni dal via, numeri da capogiro per questa competizione judoistica Mondiale riservata agli atleti over 35 anni, a cui sono iscritti ben 1200 partecipanti provenienti da 5 continenti e da 49 paesi.

L’atleta imperiese Fabrizio Cavalera, poliziotto in servizio presso la Questura di Imperia, per la prima volta parteciperà a questo tipo di evento, anche se in passato ha già un precedente all’Europeo Master di Praga, tenutosi nel 2014, dove alla fine di una durissima competizione aveva strappato la settima posizione.

La partenza per Marrakech è prevista per il 9 ottobre. Ad attenderlo ci sarà il peso ufficiale il 10 e a seguire la gara l’11 mattina, dove disputerà i suoi incontri nella categoria M3 (40-44 anni)+100 Kg.

Il campionato del mondo di Judo Master, è una vetrina mondiale per i judoka over 35 anni, il cui movimento è in forte crescita anche a livello nazionale, europeo e mondiale. Alla competizione saranno presenti grandi nomi, tutti ex atleti di livello assoluto, anche ex olimpionici.

Campionati del mondo di judo: ai nastri di partenza Fabrizio Cavalera racconta

” Sono stati giorni durissimi di preparazione e allenamento, incominciati quest’estate e portati avanti anche in vacanza. Giorni di sacrifici personali, famigliari, lavorativi.

Ma il lavoro da me svolto, con dedizione, fatica e sudore mi ha portato nella giusta direzione. Non so come andrà a finire, ma so che molto sportivamente venderò cara la pelle a chiunque mi troverò davanti.

Un grazie particolare lo devo alla mia famiglia che è la prima a sostenermi, a cui ho tolto tanto tempo per gli allenamenti. Grazie a tutto lo staff dell’Ok Club Judo Imperia, che mi ha seguito con cura nella preparazione sia tecnica che fisica, mettendosi sempre a disposizione per i miei allenamenti. Grazie al mio massaggiatore di fiducia Stefano Campeggio, sempre pronto a sistemarmi gli acciacchi giornalieri.

Grazie anche agli amici di Savona (Yama Arashi Judo) con il quale ho condiviso questo cammino e con cui condividerò questa avventura. E un grazie particolare, non ultimo, a degli amici davvero speciali, dai quali ho ricevuto una grandissima manifestazione d’affetto, così grande che mi ha davvero emozionato e nello stesso tempo spiazzato, perché non avrei mai potuto immaginare una cosa del genere.

Amici che senza esitazioni mi hanno permesso di partecipare a tutto questo, sostenendomi nella burocrazia, nelle parti logistiche, e per l’acquisto di materiale.

Grazie infinite a uno per uno: Fabio Tacca (Pizzeria Portegu de Mà) Matteo Mazzetti, Antonella Bellini and Co. ( Monkeys’ Bar) Fabio Dellerba (Baia Salata) Francesco Pedio (Orto) Andrea Anfosso ( Sporting Vip) Paolo Vena (Enoteca Marchisio) Davide Giglio (Termoidraulica) Artur Tabaku ( Matamà da Arturo) Matteo Colombo Asif Khan (Fast Food Imperia) Pasquale Bellantoni (Nuova Iris S.R.L) Marco Verderio e Mario Baglio (Bar Blu, caffè Vergnano Imperia Oneglia) Luca e Cristian (Macelleria Mantovani) Marco Acquarone e Cristiana Gattuso”.

Segui Imperiapost anche su: