Imperia, appalto rifiuti nel caos: Tar fissa udienza per discutere ricorso Docks Lanterna. Si temono nuovi ritardi

Attualità Imperia

Il Tar Liguria, fissando la data per la discussione del ricorso, ha di fatto congelato la firma del contratto di appalto con la De Vizia.

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione





 

Aiutateci ad informarvi!

Non c’è pace per l’appalto rifiuti a Imperia. Il Tar Liguria, infatti, ha fissato (e non accolto, come erroneamente riportato in mattinata su alcuni organi di stampa) per il prossimo 27 novembre l’udienza per la discussione del ricorso con il quale la Docks Lanterna di Genova ha chiesto di sospendere l’efficacia dell’aggiudicazione dell’appalto rifiuti per la gestione del servizio di igiene ambientale a Imperia alla società De Vizia.

Appalto rifiuti: Tar fissa udienza per ricorso sospensiva Docks Lanterna

L’avvio del nuovo servizio di raccolta rifiuti a Imperia è previsto per il prossimo 1 dicembre, ma a seguito del ricorso al Tar della Docks Lanterna il rischio è che si possa incorrere in nuovo slittamento.

Il Tar Liguria, fissando la data per la discussione del ricorso, ha di fatto congelato la firma del contratto di appalto. Il Comune di Imperia attenderà il 27 novembre per provvedere all’eventuale aggiudicazione definitiva. Nel caso in cui dovesse essere concessa la sospensiva l’amministrazione Scajola sarà costretta a ricorrere a un’ulteriore proroga alla Teknoservice per la gestione del servizio di raccolta rifiuti.

Teknoservice che, come confermato dal direttore generale Alberto Garbarini, si è rivolta anch’essa al Tar Liguria. Il motivo? Secondo la ditta piemontese, si sarebbe violato il principio di segretezza dell’offerta, poiché il riconteggio (dovuto a un errore del sistema informatico) si sarebbe effettuato dopo che era già state rese note le altre offerte.

Laura Gandolfo

“Siamo in uno stato di diritto ed è normale che si facciano ricorsi – afferma l’assessore all’ambiente Laura Gandolfo, commentando i ricorsi presentati dalle ditte – Abbiamo messo in piedi un capitolato che potesse accogliere e soddisfare le esigenze della cittadinanza, ed evidentemente è stato giudicato interessante, altrimenti non ci sarebbe stata questa partecipazione e i successivi ricorsi. Noi attendiamo i tempi necessari.

Se ci saranno ritardi si andrà avanti con la ditta che ha gestito fino adesso – conclude – ci dobbiamo adeguare alla situazione, rispettando le norme garantite a tutti”.

Alberto Garbarini

“Se ci sarà un’eventuale sospensione dell’aggiudicazione dell’appalto, attenderemo la proroga tecnica dal Comune di Imperia e continueremo a gestire il servizio come abbiamo fatto sino ad adesso. Una gestione al meglio delle nostre possibilità, arrivando, partendo dal 37%,  a una percentuale del 75% di raccolta differenziata”.

 

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione





 

Aiutateci ad informarvi!