Imperia: Villa Grock in festa per i 140 anni del clown Adrien Wettach. “Ha regalato gioia ed emozioni in tutto il mondo”/Foto e Video

Attualità Imperia

Nella storica e suggestiva residenza di proprietà della Provincia di Imperia, in via Fanny Roncati Carli, si sono svolte improvvisazioni e gags in tema

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione





 

Aiutateci ad informarvi!

Villa Grock in festa, questa mattina venerdì 10 gennaio, per i 140 anni di Adrien Wettach, in arte Grock, il più grande clown della storia circense. Nato in Svizzera il 10 gennaio 1880, abitò nell’omonima villa, sulle alture di Imperia, dove morì nel 1959.

Nella storica e suggestiva residenza di proprietà della Provincia di Imperia, in via Fanny Roncati Carli, si sono svolte improvvisazioni e gags in tema.

La villa, il giardino e il museo sono ormai diventati a pieno titolo attrazioni assai note al grande pubblico e ai turisti: nel 2019 sono stati quasi dodicimila i visitatori, una cifra record e in netto aumento rispetto agli anni precedenti.

Ecco la storia di Adrien Wettach, in arte Grock

Nato nel 1880 in Svizzera a Loverese, apparteneva ad una famiglia numerosa. Il papà, orologiaio, faticava ad arrivare a fine mese, così decise di aprire la locanda “Paradisli” dove la famiglia intera intratteneva gli ospiti con musica e giochi.

Un giorno un piccolo circo giunse nel piccolo villaggio svizzero. Adrien, che aveva 6 anni, ne rimase letteralmente folgorato:

“Non sognavo che una cosa: diventare artista. Sentivo che niente mi avrebbe tolto quell’ossessione dalla testa”.

Ma come entrare a farne parte? L’umiltà, la fantasia, l’entusiasmo e la voglia di coronare quel sogno lo aiutarono e il giovane riuscì a farsi assumere  come cassiere.

Il primo ottobre del 1903, un fatto inaspettato cambiò l’ordine delle cose: la coppia comica di quel circo, formata da Brick e Brock, fu costretta a dividersi perché Brock venne chiamato alle armi. Per salvare la tournee il direttore del circo chiese al giovane cassiere di scendere in pista e di sostituire il clown.

Emozionato Adrien eseguì alcuni numeri e il successo della serata fu così eclatante che al direttore non restò che assumere il nuovo clown. Fu così che Adrien divenne…Brick…Brock…Grock. 

L’amore per il circo lo spinse a girare il mondo e quando approdò ad Imperia, la scelse come residenza. Trasformò lo spazio della sua proprietà in  un vero e proprio circo di pietra. Siamo nel 1927 e in soli tre anni, grazie al supporto tecnico del geometra Armando Brignole, costruì tutto il complesso.

Luisa Vassallo

“Una grandissima emozione essere qua nella sua casa ad Imperia, con la coscienza che questo clown ha 140 anni. Ha regalato gioia ed emozioni in tutto il mondo.

Questa mattina siamo aperti al pubblico nell’orario regolare. Aspettiamo le persone che vengano per raccontare loro la storia di Grock e far vivere le emozioni di questo personaggio dentro i segreti della villa, tra uno scherzo e l’altro”.

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione





 

Aiutateci ad informarvi!