Coronavirus: parla Toti. “Nessun caso in Liguria. Nell’imperiese 6 soggetti in sorveglianza attiva”

Attualità Coronavirus

“Ci sono state tantissime telefonate al 112. I volumi sono importanti, si parla di oltre 4 mila telefonate arrivate in giornata”.

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!

“In questo momento in Liguria ci sono 139 soggetti in sorveglianza attiva, 6 nell’Asl 1 Imperiese, 32 nell’Asl 2 Savonese, 15 nell’Asl 3 Genovese, 25 nell’Asl 4 di Chiavari, 61 nell’Asl 5 Spezzino”. Lo ha dichiarato il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti nel corso del punto stampa sul Coronavirus tenutosi nella tarda serata di oggi, lunedì 24 febbraio, a Genova.

Coronavirus: “Nessun caso conclamato in Liguria”

“Tutte le evidenze cliniche effettuate dal nostro servizio sanitario regionale – ha spiegato Toti – dicono che non abbiamo alcun caso conclamato in Liguria. Per completezza vi dico che sono in corso due tamponi che dovrebbero arrivare nelle prossime ore”.

Ci sono state tantissime telefonate al 112. I volumi sono importanti, si parla di oltre 4 mila telefonate arrivate in giornata. Stiamo potenziando l’organico del 112 e del 118. Sono attivi due screening a tenda davanti ai due principali Pronto Soccorso, del San Martino e del Gaslini. 

Per quanto concerne l’interpretazione dell’ordinanza regionale, restano fermi i principi base di cui abbiamo già parlato. L’idea di fondo è evitare manifestazioni, ma senza impedire la corrente e costante vita dei cittadini. Non ad assembramenti, a eventi che portano pubblico. La giornata è trascorsa con l’ulteriore conferma che il sistema di emergenza sta funzionando. Il fatto che non vi siano casi conclamati, che autodenunce ci siano state, che sorveglianza attiva abbia funzionato, ci fa ben sperare”. 

 

 

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!