Regionali 2020: dal carcere Carlo Carpi si candida presidente. “Firmata l’accettazione”. A Imperia capolista Gian Piero Buscaglia

Imperia Politica Politica Regionali 2020

Carlo Carpi candidato alla presidenza della Regione Liguria. È questa la nuova avventura in cui intende lanciarsi l’imprenditore genovese, ex candidato sindaco del Comune di Imperia, attualmente detenuto in carcere in valle Armea, dove sta scontando la condanna a un anno e 10 mesi di reclusione per reati di calunnia, diffamazione e stalking.

Elezioni regionali 2020: Carlo Carpi si candida a presidente della Liguria

Carpi, sabato scorso, ha firmato l’accettazione di candidatura con la lista Carlo Carpi GRAF.

Oltre a Carpi, a scendere in campo saranno anche Gian Piero Buscaglia, che sarà il capolista, Silvana Caracciolo, simpatizzante GRAF e la compagna di Carpi Cornelia Matei. 

“Dopo numerose difficoltà nel riuscire a ottenere la firma di Carlo Carpi per l’accettazione della candidatura ce l’abbiamo fatta – afferma Buscaglia – Abbiamo già iniziato a raccogliere le firme. 

Per quanto riguarda Imperia, la lista è fatta, servono 167 firme. Su Genova stiamo lavorando. Servono 333 firme, candidati da 4 a 16. Missione Impossibile? Forse sì, poiché con la scusa del covid-19 la pubblica amministrazione se la prende comoda, ne profitta per scoraggiare i malcapitati utenti che si ostinano a seccare il torpore burocratico. 

Anche per questo facciamo la Lista Carpi-GRAF. Noi siamo pronti. E strada facendo parleremo di LIGURIA, programma e temi, naturalmente”.