Imperia: la fogna sversa in mare a due passi dalla costa. E il depuratore? La città ora merita risposte/L’inchiesta

Cronaca Cronaca Imperia

La fogna sversa in mare, proprio alla foce del Torrente Impero, per un guasto al tubo di mandata del depuratore, che a suo volta sembra non essere pienamente funzionante.

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!

La fogna sversa in mare, a due passi dalla costa, alla foce del Torrente Impero, per un guasto al tubo di mandata del depuratore, che a suo volta sembra non essere pienamente funzionante. Ecco quanto emerso da una serie di verifiche condotte nell’ultima settimana dalla redazione di ImperiaPost.

Imperia: scarico fognario in mare, allarme alla foce del Torrente Impero

L’inchiesta condotta dalla nostra redazione ha preso il via dalla segnalazione di uno sversamento maleodorante da una tubatura antistante il depuratore, a pochi passi dalla foce del Torrente Impero. Scarico fognario? A quanto pare si.

Il depuratore, infatti, dall’estate 2018, risulta non pienamente funzionante per via di gravi difficoltà nello smaltimento dei fanghi della depurazione. Motivo per cui si sarebbe passati alla procedura dello scarico a mare aperto, attraverso una tubatura, detta di mandata.

Una situazione che Rivieracqua, società che ha in gestione l’impianto, nel marzo del 2019 aveva assicurato di poter risolvere entro pochi giorni, con il Comune che, contestualmente, si era impegnato a verificare passo passo il funzionamento del depuratore. 

Qualcosa, però, non ha funzionato. Il depuratore sembra avere ancora gravi problemi. Dal tubo di mandata, infatti, danneggiato non si sa bene da quanto tempo, fuoriescono acque reflue, o per meglio dire, la fogna, invece che acqua depurata.

Il Comune di Imperia, contattato dal nostro giornale, ha fatto sapere che l’Amministrazione Scajola è al corrente del guasto e della fuoriuscita di acque fognarie, tanto che il Sindaco, nel settembre scorso, ha firmato un’ordinanza intimando a Rivieracqua di procedere alla riparazione.  

Secondo quanto appreso dal nostro giornale, inoltre, il Comune nei giorni scorsi avrebbe contattato una ditta specializzata per avere informazioni su un eventuale preventivo dei lavori di riparazione della tubatura danneggiata.

Che cosa ha fatto dunque Rivieracqua in questi mesi? E perché il Comune ha atteso novembre per prendere in mano la situazione pur consapevole della gravità della stessa?

Da fonti confidenziali è emerso che la rottura della tubatura avrebbe origini ben più lontane dello scorso settembre.  A questo punto la città merita delle risposte da tutti gli enti coinvolti, direttamente o indirettamente, nella gestione del depuratore.

Da quanto tempo c’è uno sversamento della fogna in mare? Da quanto tempo il depuratore non funziona? Ha mai ripreso a funzionare dopo gli impegni presi da Comune e Rivieracqua nel marzo del 2019? Se c’è uno sversamento di acque fognarie a due passi dalla costa, com’è possibile che nessun organo di controllo sia intervenuto, a tutela della salute pubblica e dell’ambiente? Come può, Imperia, aver ricevuto la bandiera blu in una situazione di tale difficoltà? Tutte domande che ora meritano una risposta.

 

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!