Covid, vaccini: presidente di Ance Enio Marino scrive a Toti: “Pronti a fare la nostra parte per tutelare gli addetti dell’edilizia” / L’appello

Attualità Coronavirus Imperia Provincia

Una lettera, che rappresenta un appello, ma anche un proposta per incrementare la campagna di vaccinazione contro il Coronavirus. A scriverla è stato il presidente provinciale di Ance, l’Associazione nazionale dei costruttori edili Enio Marino, che si è rivolto al presidente della Regione Giovanni Toti e per conoscenza anche a prefetto e Direttore generale dell’Asl, perché quanto prima venga predisposta la vaccinazione degli addetti del comparto dell’edilizia del Ponente ligure.  In totale, circa 5 mila persone.

Scrive Enio Marino: “A fronte di un contagio che non accenna a diminuire in modo sensibile, la vaccinazione rimane l’unica vera alternativa per superare le attuali criticità e garantire una prospettiva di ripresa sia del benessere delle persone sia delle attività economiche. Come noto sono già state individuate alcune categorie di cittadini che, per età e ruolo sociale, sono da ritenersi destinatarie prioritarie della vaccinazione. In merito a queste considerazioni, ANCE Imperia chiede la possibilità di ricomprendere anche tutte quelle persone che svolgono una funzione di utilità sociale per il Paese, ovvero i lavoratori impegnati nel comparto edile. Tale settore non si è mai fermato durante la pandemia, assicurando l’attività anche nei momenti più difficili e scontando anche numerosi casi di positività. Per questo, al pari di insegnanti, forze dell’ordine e di altre categorie che non possono lavorare da remoto, dovrebbero essere inseriti nella lista dei soggetti cui dovrebbe essere garantito il vaccino in tempi rapidi. Il nostro sistema, inoltre, può offrire un valido contributo per immunizzare il personale del nostro settore, che conta circa 5000 persone, tra imprese e addetti. Solo una campagna vaccinale rapida ed efficiente può aiutarci a ritrovare velocemente quel clima di fiducia e di serenità indispensabile per riuscire a ripartire e ad intraprendere un solido percorso di crescita economica. Per quanto sopra esposto, chiediamo di valutare questa nostra proposta e di sostenerla nelle competenti sedi”.

Il presidente di Ance Enio Marino ha offerto la disponibilità dell’Associazione, legata a Confindustria, per mettere a disposizione idonei locali  per le vaccinazioni

Conclude Marino: “Siamo pronti a fare la nostra parte, sostenendo direttamente la campagna di vaccinazione e individuando e mettendo a disposizione spazi nei quali si possano effettuare le somministrazioni dei vaccini senza problemi“.