Imperia: riqualificazione “Granatini” Borgo Foce, Commissione Paesaggio boccia progetto

Attualità Imperia

Era stata la stessa Commissione a proporre un intervento di restyling. L’area è una di quelle a rischio esproprio da parte del Comune di Imperia. 

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!

La Commissione Paesaggio del Comune di Imperia ha bocciato il progetto di riqualificazione di località Granatini a Borgo Foce, presentato dall’architetto Paolo Verda (papà del consigliere di opposizione, Edoardo). L’area è una di quelle a rischio esproprio da parte del Comune di Imperia.

Era stata la stessa Commissione a proporre un intervento di restyling.

Imperia: riqualificazione “Granatini”, Commissione boccia progetto

Il progetto presentato prevedeva la demolizione di manufatti esistenti, la manutenzione straordinaria di una porzione di manufatto non residenziale, la ristrutturazione, con cambio di destinazione d’uso, a residenziale, di un ulteriore manufatto, la realizzazione di parcheggi a raso e la sistemazione dell’area esterna fronte palazzo dei Granatini in Via B. Bossi, località Borgo Foce.

“La commissione all’unanimità –  si legge nel verbale – pur apprezzando la volontà di procedere alla riqualificazione della zona in conformità al precedente parere, riferito alla situazione di decoro,  attraverso una parziale demolizione di parte delle volumetrie incongrue e alla ristrutturazione di quelle rimanenti con successiva sistemazione dell’area, esprime parere contrario“.

In totale sono tre le contestazioni della Commissione al progetto:

  • le linee architettoniche previste per i nuovi fabbricati non raggiungono il giusto equilibrio tra le esigenze di tutela del contesto di valore storico, ambientale e paesaggistico di Borgo Foce, anche in considerazione, sia della delicatezza della zona, sia della presenza dell’edificato storico di grande pregio tra cui il Palazzo Berio, sottoposto a vincolo di tutela monumentale e quello dei ‘Granatini’.
  • la disomogeneità tra le destinazioni d’uso previste (residenziale e artigianale-magazzino) non appare congrua in relazione all’area oggetto di riqualificazione.
  • la mancanza di documentazione più accurata con particolare riferimento a rendering realistici e a fotoinserimenti permette una valutazione non dettagliata della soluzione progettuale, così come sarebbe auspicabile in considerazione della delicatezza della zona e dell’importanza del progetto proposto.
  • Imperia: ex Odeon e Granatini, Comune valuta esproprio. “Aree da troppo tempo nel degrado”

  • Imperia, Borgo Foce: degrado in località Granatini, la Commissione Paesaggio propone un restyling/I dettagli

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!