“Imperia e golfo dianese le zone più critiche”. Stop idrico: le precisazioni di Rivieracqua. “Ecco i centri dove non si verificherà l’interruzione”

Attualità Imperia

La società Rivieracqua interviene, con una nuova nota stampa, in merito ai lavori sull’acquedotto, programmati per la nottata di oggi, per formulare alcuni chiarimenti resi opportuni a seguito di una ulteriore valutazione ed analisi degli effetti dell’intervento sulla rete di di distribuzione.

Imperia: lavori acquedotto, le precisazioni di Rivieracqua

“Si precisa – si legge nella nota – che in alcuni centri abitati non si verificherà l’interruzione dell’erogazione dell’acqua e, più precisamente: Vallecrosia, Bordighera, Riva Ligure, Camporosso, Castellaro, Taggia e Santo Stefano al Mare , oltre alla zona vicina alla costa di Ventimiglia.

Al contrario, le zone dove si avranno maggior difficoltà saranno quelle ubicate in sponda destra del Comune di Ventimiglia, Ospedaletti, Sanremo, una parte di Arma di Taggia, San Lorenzo al Mare, Imperia, il dianese e una parte di Andora.

Se nel corso dei lavori non si verificheranno problematiche sarà possibile alimentare tutto il comprensorio attraverso la condotta del Roya 2 e, quindi, il disservizio sarà minimo, considerata l’ora notturna.

Al contrario, se insorgeranno complicazioni, sarà necessario interrompere l’alimentazione anche della condotta Roya 2; in questo caso l’utenza avvertirà il disservizio intorno alle 22.30. Le zone alte quindi registreranno cali di pressione e di sospensione dell’erogazione dell’acqua, in particolare Sanremo, Imperia, Cervo e Ospedaletti, fenomeno, che, progressivamente potrà interessare anche le quote più basse.

In assenza di problemi, intorno alle 4.30/5 di mercoledì 30 novembre, inizieranno le manovre di riapertura che saranno necessariamente lente per evitare guasti, prevedendosi il ritorno dell’acqua in rete anche prima delle 9.

Si coglie l’occasione per confermare che nei prossimi giorni saranno eseguiti altri lavori per riparare due rotture del Roya 1 (una in mare di fronte a Bordighera e l’altra sotto lo svincolo della superstrada di Ventimiglia), che renderanno necessario escludere la condotta Roya 1 restando a disposizione la sola condotta Roya 2: poichè, da sola, non può garantire le portate e le pressioni necessarie nelle ore di massimo consumo, si ripeteranno cali di pressione, questa volta limitate alle zone alte del comprensorio.

Infine si anticipa che nel 2023, presumibilmente a gennaio, per poter collegare le tratte del Roya bis in corso di realizzazione nella parte di Levante del comprensorio imperiese,  renderà indispensabile effettuare un intervento che comprerà rilevanti disservizi, soprattutto per la zona compresa tra Capo Verde a Sanremo e Cervo, che si protrarranno per alcuni giorni.

In considerazione del forte impatto che quest’ultima operazione avrà sull’utenza, sarà cura di Rivieracqua comunicarne la data e le condizioni con largo anticipo.

Ci scusiamo per il disagio arrecato all’utenza, precisando, ancora una volta, trattarsi di interventi inderogabili e finalizzati a un miglioramento del servizio per tutto il comprensorio provinciale”.