IMPERIA – PD NEL CAOS. DE BONIS CANDIDATO ALLA PRESIDENZA DELL’AST A INSAPUTA DEL SEGRETARIO CITTADINO ANDREINA PUCCIONI /DETTAGLI

Home Politica

La notizia della candidatura lanciata da ImperiaPost è stata smentita dal segretario cittadino peccato però che il diretto interessato la pensi diversamente: “È tutto vero, il partito ha pensato a me”

puccioni de bonis

IMPERIA – Dopo la nomina a “sua insaputa”, il segretario cittadino del PD Andreina Puccioni interviene in merito alla notizia pubblicata da ImperiaPost sulla sfumata nomina del responsabile degli enti locali del partito democratico Antonio De Bonis (fratello dell’assessore comunale Giuseppe De Bonis).

“La notizia, – scrive la Puccioni – relativa la nomina del cda Ast apparsa sulla vostra testata, è destituita di qualsivoglia fondamento. Antonio De Bonis non può concorrere per un tale incarico in quanto svolge un’attività professionale che lo rende incompatibile e quindi non vi è stata alcuna rinuncia. Inoltre non c’è nessuna ricerca di un’alternativa perché il bando per tale nomina è chiuso già da alcuni giorni”.

Come è nostra consuetudine, la redazione di ImperiaPost, ha contattato il diretto interessato che, purtroppo per la Puccioni, ha confermato l’indiscrezione del nostro giornale. 

“È vero, – ha detto Antonio De Bonis a ImperiaPost – il mio partito ha pensato a me perché ho una certa esperienza in materia, non di certo per una questione politica. Sono un funzionario di Poste Italiane e quell’incarico sarebbe andato in concorrenza con la mia attività perché si occupa di servizi simili. Ho verificato e purtroppo c’è un’incompatibilità vera. Non mi sarebbe dispiaciuto ma non ho potuto per un conflitto di interesse. Ho ringraziato il partito per aver pensato a me”. 

Proprio come abbiamo specificato nell’articolo, De Bonis a seguito di alcune verifiche è risultato incompatibile. Ci spiace constatare a distanza di cinque mesi dalla sua nomina, il segretario cittadino del PD, non ha ancora contezza delle dinamiche interne al partito. 

puccioni
Andreina Puccioni
Segui Imperiapost anche su: