IMPERIA. LA STAGIONE DEL TEATRO CAVOUR PASSA NELLE MANI DEL COMUNE. STRESCINO: “L’ASSESSORATO PREDISPORRA’ IL CARTELLONE”

Cultura e manifestazioni Home

cavour.jpg

Imperia. L’Assessorato alla Cultura al lavoro per l’attuazione di una sperimentazione gestionale della stagione teatrale 2014/2015.

Il cartellone di appuntamenti allestito presso il Teatro Cavour è ormai uno dei punti fermi nel panorama culturale cittadino e dopo oltre un decennio in cui l’affidamento del servizio di programmazione, realizzazione e gestione della Stagione di Prosa è avvenuto mediante gara a evidenza pubblica, l’intendimento dell’Amministrazione è volto a una gestione “diretta”, soluzione sinergica anche in relazione a criteri di economicità, efficienza e tempestività che regolano l’azione amministrativa.

Una stagione nuova, un’autentica svolta, che prevede la sostituzione di un soggetto esterno con personale comunale che operi al fine di predisporre una programmazione teatrale di buon livello che assicuri la continuità nel panorama dell’offerta culturale annualmente proposta.

Un format che già in altri Teatri comunali è stato adottato.

«Abbiamo ritenuto di valutare una formula di cambiamento, tutto ciò perchè il Teatro Cavour deve diventare fulcro della cultura cittadina, anche attraverso la promozione di attività di laboratorio  – dichiara l’Assessore alla Cultura Paolo Strescino.  Già altri teatri comunali presentano annualmente  una stagione teatrale di successo con positivi riscontri in termini di gradimento sia per quanto concerne la platea sia per le recensioni attraverso gli Organi di Informazione, il tutto attraverso questo tipo di gestione. L’Assessorato, a breve, vaglierà le numerose proposte artistiche  pervenute al fine di predisporre un cartellone in grado di soddisfare le esigenze di un pubblico variegato, ricorrendo alla consulenza di figure esperte nel settore. Criteri di scelta che terranno in debita considerazione – continua Strescino – tutti gli elementi atti ad assicurare una calendarizzazione di eccellente livello, assicurando, nel contempo, la presenza di compagnie primarie nel panorama nazionale e la molteplicità dei generi, spaziando dalla prosa, al cabaret, alla danza, alla musica in tutti i suoi segmenti».

Il Sindaco Carlo Capacci aggiunge. «La stagione del Teatro Cavour sarà compagna di viaggio della vita culturale e artistica della città per circa sei mesi a partire dal prossimo novembre, facendo perno su un impegno sul piano progettuale e qualitativo del Settore Cultura, Manifestazioni e Protezione Civile».