IMPERIA. FACEBOOK, COMMENTI SHOCK SUI PROFUGHI: “CI VORREBBERO HITLER E UN ALTRO OLOCAUSTO”. FURIA DEL CONSIGLIERE MARINO (PD): “ADESSO BASTA! BISOGNA ZITTIRE QUESTI PERSONAGGI!”/IL CASO

Home Imperia

13621356_731661280306556_2036009647_o

Esplode la rabbia del consigliere del Partito Democratico di Imperia Fiorenzo Marino per alcuni commenti (uno in particolare) apparsi nelle ultime ore inneggianti e Hitler e all’Olocausto nell’ambito di una discussione sui profughi in un noto gruppo facebook “Mugugni d’Ineja e Du Portu”.

O sarebbe meglio dire una discussione sui cinghiali. Si, perché la discussione in realtà parte da una notizia sul numero di cinghiali da abbattere in provincia di Imperia stabilito dalla Regione Liguria. Un utente scrive “faremo bistecche per i profughi, almeno si rismarmiano i soldi dela spesa”. Un commento che scatena una vera e propria bagarre, con considerazioni pesantissime su immigrazione e migranti.

“Figurati se i profughi li mangerebbero!!! Fino a ieri hanno mangiato nella carta come i gatti ma da quando arrivano in Italia fanno i difficili e gli schizzinosi!!!” scrive un utente e poi ancora, un secondo utente rincara la dose “E protestano pure !! Buttano il cibo….quando lo avessero dei nostri cittadini…..non smetterebbero di ringraziare! Solito problema e comportamento…i nostri …vanno a cercare un boccone nella spazzatura per non morir di fame; loro il nostro cibo pulito e cucinato…lo buttano nella spazzatura, tanto sanno che verranno accontentati !”. Infine, un terzo utente scrive “Io li prenderi tutti a calci nel culo!!!E’ brutto dirlo, ma forse adesso ci vorrebbe un altro Hitler ed un altro Olocausto, ma questa volta a danno di questi finti profughi!!!”.

Commenti pesantissimi che hanno scatenato la durissima reazione di Fiorenzo Marino che ha commentato direttamente all’interno del gruppo: “Alcuni commenti di questo post sono da denuncia penale. Probabilmente chi scrive certe cose non ha mai aperto un libro di storia. Si sta andando ben oltre la libera espressione delle proprie idee. Non si possono tollerare espressioni di questo tipo e tanto meno la rievocazione di momenti storici tra i peggiori dell’umanità. Passare da una foto di cinghiali all’augurare l’olocausto ed altro a una parte del genere umano dimostra una aberrazione del ragionamento logico incorreggibile. Mi fermo qui ma controllero’ fino a quando non saranno cancellati alcuni commenti”.

Successivamente Marino ha postato sulla propria pagina Facebook i commenti incriminati, aggiungendo: “Questi sono i risultati. Quando non si dà peso alle parole e si evocano periodi storici tra i più bui dell’umanità. oggi con loro, domani???Basta!! Non si deve più tollerare!!! purtroppo l’ignoranza può portare a tragedie come quelle di Fermo. Chi rifiuta questa deriva non può più girarsi dall’altra parte!!! Ognuno di noi faccia la sua parte!!! Bisogna mobilitarsi con convinzione e senza più dubbi!! Io lo faccio”.

I commenti, dopo lo sfogo di Marino, sono stati cancellati dall’amministratore del gruppo Piero Di Meo che ha anche espulso gli autori dei commenti dal proprio gruppo.

13652424_731637860308898_1514544159_n