Elezioni comunali 2018, Home — 8 giugno 2018 alle 13:19

ELEZIONI: LE CINQUE DOMANDE DI IMPERIAPOST AGLI OTTO CANDIDATI SINDACO/ ECCO LE RISPOSTE DI LUCA LANTERI

Nell’ultimo giorno di campagna elettorale, prima del silenzio, ImperiaPost ha deciso di sottoporre cinque domande, tutte uguali, agli otto candidati sindaco di Imperia.

di Redazione

lanteri domande

Nell’ultimo giorno di campagna elettorale, prima del silenzio, ImperiaPost ha deciso di sottoporre cinque domande, tutte uguali, agli otto candidati sindaco di Imperia. Nel corso della giornata odierna, il nostro giornale pubblicherà le risposte dei singoli candidati.

Ecco le risposte del candidato sindaco Luca Lanteri (centrodestra)

LAVORO

Negli ultimi anni a Imperia ha chiuso un’azienda storica come l’Agnesi e il mondo del lavoro sta attraversando una fase di profonda crisi come dimostrano anche i recenti casi relativi alla Trony e alla moria di negozi in via Ospedale. Come pensate di risollevare il mondo del lavoro e crea nuove opportunità occupazionali?

L’unico modo per recuperare posti di lavoro è far diventare Imperia una città turistica 365 giorni all’anno, maggiore affluenza di persone significa ripresa economica”. 

SPORT

Intendete confermare il contributo comunale da 300 mila euro alla Rari Nantes Imperia o ritenete più giusto suddividerlo tra le varie società della città per rilanciare lo sport locale? Se si, perché? Se no, perché?

“La piscina è una risorsa importante per la città e per i giovani, certo che in futuro bisognerà cercare una formula per una ridistribuzione più equa dei contributi, coinvolgendo anche le altre attività sportive”. 

IMMIGRAZIONE

Centro migranti nelle scuderie della Caserma Crespi. Si o no? Siete favorevoli al progetto Sprar? Se si, perché? E in caso contrario, qual è a vostro giudizio il miglior sistema per l’accoglienza?

“No, siamo contrari, bisogna cercare di bloccare il fenomeno all’origine. L’idea di trovare degli accordi con i paesi nordafricani al fine di limitare le partenze è la soluzione ideale, meno partenze meno morti”. 

POVERTÀ E EMERGENZA ABITATIVA

Quali misure pensate di adottare per il contrasto alla povertà e per far fronte all’emergenza abitativa?

“L’emergenza abitativa può essere risolta solamente con una stretta sinergia tra il Comune e la Regione Liguria, attraverso il suo ente strumentale ARTE. È nostra priorità, come espresso nel nostro programma, aiutare chi è rimasto indietro, favorendo con ogni mezzo disponibile una risposta alla povertà tramite l’inserimento nel mondo del lavoro”. 

MANIFESTAZIONI

Da molti anni Imperia non ha un calendario estivo degno di una città turistica di primo piano. Come pensate di invertire questa tendenza e di reperire i fondi necessari per riuscirci?

 ”Rilanceremo Imperia turisticamente attraverso un’attento sviluppo del territorio e delle sue risorse ambientali . Il clima ed il connubio fra mare ed entroterra ricco di prodotti tipici di qualità saranno il volano per far ripartire la nostra attività turistica”.

 
 
 
ballottaggio