Sanremo 2019: bufera su Achille Lauro, accusato di plagio dallo studio legale degli “Enter”. “Richiesta la sospensione del Festival”

Sanremo 2019

Bufera sulla canzone di Achille Lauro “Rolls Royce”.

È stato depositato in Tribunale a Imperia il ricorso per chiedere l’esclusione di Achille Lauro o la sospensione del Festival di Sanremo 2019 da parte dello studio legale della band romana “Enter”.

Sanremo 2019: presunto plagio di Achille Lauro

In particolare, come spiega in esclusiva a ImperiaPost l’avvocato domiciliato Daniela Abbo, “nel mirino c’è la traccia di fondo realizzata con la chitarra elettrica al minuto 1 della canzone di Lauro “Rolls Royce”, con cui il cantante partecipa a Sanremo quest’anno, che sarebbe perfettamente sovrapponibile a quella del brano “Delicatamente” della band “Enter”, registrato alla SIAE. Questa è la caratteristica più evidente, ma ci sono anche molte altre caratteristiche riprese, che la commissione apposita del Festival non può non aver colto.

C’è stata una comparazione da parte di un esperto del Tribunale di Roma, realizzata con le strumentazioni adeguante. La perizia redatta dichiara che queste tracce hanno caratteristiche identiche e sovrapponibili. Un chiaro caso di plagio.

L’avvocato della band, Biagio Narciso dello Studio Legale Riccio & Narciso di Caserta, è partito con urgenza ieri sera da Caserta per raggiungere Sanremo. 

Nel frattempo, abbiamo depositato il ricorso al Tribunale di Imperia, secondo procedimento speciale sui diritti d’autore per impedire l’ulteriore partecipazione di Achille Lauro o la prosecuzione del Festival. Al momento il Giudice, con ogni probabilità , sta già esaminando i documenti per valutare se ci sono gli estremi per procedere. Ora si ragiona sulla verosimiglianza, preannunciato una causa nel merito per un risarcimento”.

Ecco le canzoni a confronto

Segui Imperiapost anche su: