Diano Marina: riaperta l’Incompiuta, grande entusiasmo dei primi passanti. “Finalmente, abbiamo fatto i salti di gioia” / Foto e video

Attualità Golfo Dianese

“Non aspettavamo altro, abbiamo fatto i salti di gioia”. Con grande entusiasmo, questa mattina, imperiesi, dianesi e anche molti turisti hanno rimesso piede sull’Incompiuta, la strada ciclopedonale che costeggia Capo Berta a ridosso del mare, unendo Diano Marina a Imperia, dopo circa 6 mesi di chiusura a causa delle frane causate dagli eventi alluvionali.

Come preannunciato a ImperiaPost dal Sindaco di Diano Marina Za Garibaldi, ultimati i lavori di messa in sicurezza, a partire da questa mattina la strada è stata riaperta al passaggio di pedoni e ciclisti, in attesa dei futuri lavori per la realizzazione della nuova ciclovia.

Ecco le emozioni a caldo dei primi avventori dopo l’apertura di oggi.

Riaperta l’Incompiuta: l’entusiasmo di passanti e ciclisti

“Finalmente ha riaperto, non devo più usare la macchina, tutta salute – racconta un passante – Ho il circolo di vela a Diano e vivo a Imperia, così mi evito le code su Capo Berta. Ringrazio l’amministrazione Comunale che ha fatto un grande lavoro. Ho già incontrato stamattina tanta gente a piedi, in bici, di corsa. Sono stati di parola, han detto 24 ore e hanno riaperto”.

“Sono molto contento – afferma un altro passante non aspettavamo altro perchè sono un runner e questo è il posto più bello per correre, a picco sul mare. Abbiamo fatto i salti di gioia. È un valore aggiunto per la città di Diano, perchè non ci sono altri posti così qua in Liguria”.

“È fondamentale anche per Diano Marina aggiunge una turista – un grosso vantaggio per i turisti, noi siamo astigiani e veniamo da 20 anni a Diano Marina. Speriamo che aprano presto la ciclabile per arrivare a Sanremo. Qui è bellissimo. 

“Dopo tanti mesi di lavoro speriamo sia in sicurezza non vedevamo l’ora aggiunge una coppia – siamo venuti apposta a vedere”.

“Era ora afferma un altro passante – penso sia un’ottima cosa, speriamo che resti aperta. Ovviamente a meno che non ci siano dei pericoli per la sicurezza”.