Imperia: Ospedale, parcheggi a pagamento. Rabbia CGIL. “Il Comune fa cassa senza guardare in faccia a nessuno”

Attualità Imperia

Questo il grido di rabbia della CGIL – Camera del Lavoro Territoriale di Imperia – in merito alla decisione dell’amministrazione comunale di rendere i parcheggi di Largo Montevecchi a pagamento

“Il Comune di Imperia fa cassa senza guardare in faccia a nessuno: nessun riguardo per chi deve andare in ospedale per curarsi o lavorare; dal 1 giugno 2019 niente più parcheggi liberiQuesto il grido di rabbia della CGIL – Camera del Lavoro Territoriale di Imperia – in merito alla decisione dell’amministrazione comunale di rendere i parcheggi di Largo Montevecchi a pagamento.

Parcheggi a pagamento all’Ospedale: la rabbia della CGIL

“La CGIL di Imperia, stigmatizza la decisione dell’Amministrazione Scaiola di mettere a pagamento anche i 90 parcheggi di Largo Montevecchi, sopra l’ospedale.

La decisione presa dimostra come anche di fronte a bisogni fondamentali dei cittadini come andare in Ospedale per visite, cure, o lavoro, per la politica prevale sempre e solo il dio Denaro.

Nessuna pietà: pur di fare cassa non si guarda più in faccia a nessuno, tutti, utenti e dipendenti, dovranno pagare in barba alle situazioni e alle condizioni economiche dei singoli.

Nella Provincia che, lo ricordiamo, ha il triste record del più basso tasso di occupazione della Regione, ci si accanisce spillando soldi anche a chi in ospedale va a lavorare, a curarsi o a assistere persone in stato di bisogno.

Con quest’ultimo provvedimento di estensione indiscriminata delle aree di sosta a pagamento nella zona dell’Ospedale, il Comune di Imperia adatta il Codice della Strada alle proprie esigenze monetarie trasformando a proprio vantaggio il concetto contenuto nell’art 8, comma 7 che cita:” Qualora il comune assuma l’esercizio diretto del parcheggio con custodia o lo dia in concessione ovvero disponga l’installazione dei dispositivi di controllo di durata della sosta di cui al comma 1, lettera f), su parte della stessa area o su altra parte nelle immediate vicinanze, deve riservare una adeguata area destinata a parcheggio rispettivamente senza custodia e senza dispositivi di controllo di durata della sosta.

Ci piacerebbe conoscere quale sia il metro adottato per tradurre, quantitativamente, il concetto di “adeguata area” da destinare a parcheggio libero.

Certamente, nel caso dell‘Ospedale di Imperia, non è un’adeguata area quella costituita da quei pochi stalli di sosta che resteranno disponibili sulla stretta strada in prossimità dell’entrata dell’Ospedale.

Anzi siamo certi che la decisione avallata dall’Amministrazione Scaiola si ripercuoterà ancor più negativamente sul traffico della zona che già patisce una grave carenza di collegamenti con mezzi pubblici e costringerà dipendenti ASL e cittadini a girare in tondo alla continua ricerca di un’area di sosta gratuita (per un turno di 8h di lavoro ogni lavoratore dovrebbe pagare al Comune di Imperia almeno 4€ al giorno)”.

Segui Imperiapost anche su: